TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Alptransit avanza, ma non corre

E-mail Stampa PDF

Tassello dopo tassello si completano le opere connesse con il corridoio ferroviario Reno-Alpi. Ma a sud della Svizzera si punta soprattutto sulla tecnologia, rinviando la costruzione di nuove linee.

Ceneri posa binariAvanti spediti, ma con il freno tirato. Sembra un paradosso, ma è la realtà degli interventi connessi con il progetto svizzero Alptransit, vale a dire la nuova ferrovia transalpina, e con il corridoio europeo Reno-Alpi (conosciuto anche come "dei due mari"). Tutto quello che è stato programmato si sta completando, è il caso di dire, con precisione svizzera, al di qua e al di là delle Alpi, ma manca un vero salto di qualità, una visione proiettata al futuro con nuove linee soprattutto nell'area lombarda.
Dal punto di vista cronologico, l'ultimo tassello è stato posto a fine ottobre 2018, quando le Ferrovie italiane hanno installato il sistema di segnalamento europeo Ertms-Etcs sulla tratta internazionale Domodossola-Iselle della ferrovia del Sempione, una delle due antenne del corridoio Reno-Alpi. La nuova tecnologia interoperabile per la circolazione dei treni di diverse amministrazioni ferroviarie europee per la prima volta è stata installata accanto al sistema di segnalamento italiano. Il prossimo passo, a breve, sarà arrivare da Domodossola fino a Novara con la linea via Borgomanero, di fatto specializzata per le merci. E servire così l'interporto di Novara e la sua area a forte vocazione logistica.
A fine maggio, anche le ferrovie svizzere hanno adeguato alla tecnologia Ertms la tratta che da Bellinzona, attraverso Giubiasco arriva all'imbocco nord della galleria del Ceneri, che sarà aperta all'esercizio ferroviario nel dicembre 2020. In questo caso siamo lungo l'itinerario del San Gottardo, il cuore del progetto Alptransit. Un'altra tappa importante era già stata raggiunta a fine 2017, quando dopo sei mesi di lavori, è stata riaperta la linea Cadenazzo-Luino-Gallarate adeguata alle esigenze dei traffici merci intermodali: le gallerie sono state ampliate ottenendo così la sagoma massima adatta al passaggio di semirimorchi alti quattro metri e i binari d'incrocio sono stati allungati per ospitare treni fino a 750 metri, secondo lo standard europeo.
L'ultimo capitolo di questa fase di ammodernamento e di adeguamento delle linee attuali per rispondere all'accresciuta domanda di treni merci si completerà in un orizzonte di due-tre anni, con il potenziamento tecnologico della Chiasso-Monza, un più moderno e prestante sistema di distanziamento dei treni tra Monza, Milano Greco e Milano smistamento, e l'ammodernamento di Monza. Quello di Monza è un punto critico per l'intero nodo di Milano, con troppe interferenze tra flussi provenienti dalle diverse linee che vi convergono.
L'aumento delle frequenze dei treni merci sulla Milano-Chiasso dovuto alla scelta di non investire su nuove linee, non risulta gestibile con l'attuale configurazione infrastrutturale dell'impianto. Si punta quindi tutto sulla tecnologia per aumentare potenzialità e regolarità nella circolazione. È un po' una scommessa, perché in fin dei conti, si potrà contare solo sugli impianti esistenti, seppur adeguati e con l'intero itinerario aggiornato allo standard Ertms. Ma con pesanti treni merci costretti a percorrere linee ferroviarie che attraversano anche popolosi centri abitati, con Monza in primo piano.
In accordo con la Confederazione elvetica (un'intesa nota anche come "accordo Castelli" dal nome dell'allora ministro delle Infrastrutture), si era infatti deciso di rinviare a uno scenario post 2030 l'ipotesi di realizzare un nuovo itinerario, la gronda nord-est che da Chiasso Monte Olimpino, parte in quadruplicamento, parte attraverso un itinerario alternativo, avrebbe raggiunto Seregno (costo stimato 1,5 miliardi di euro) con un'antenna verso la bergamasca per saltare il nodo di Milano (un altro miliardo da investire). Nulla da fare anche sull'altro fronte, quello della gronda nord-ovest con una linea alternativa tra Cadenazzo (o Lugano) e Luino-Gallarate. Anche qui se ne riparlerà solo quando le attuali linee saranno giudicate sature.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 2303

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ultime Logistica

Immagine
Archimed acquisisce Bomi in logistica sanitaria
Martedì 18 Giugno 2019
A giugno annunciato il passaggio di mano di una delle aziende italiane specializzata in trasporti e logistica di farmaci e prodotti biomedicali, che... Leggi tutto...
Immagine
Piattaforma Gefco a udine per automotive
Venerdì 14 Giugno 2019
La società logistica francese ha aperto a giugno 2019 un impianto dedicato alla rete di vendita di ricambi auto Dealernet. Leggi tutto...
Immagine
Sciopero dei sindacati di base alla Gls Enterprise
Mercoledì 12 Giugno 2019
L'11 giugno 2019 le sigle SiCobas e Adl Cobas hanno organizzato uno sciopero nazionale dei facchini e degli autisti del corriere espresso, che ha... Leggi tutto...
Immagine
Incidente nella movimentazione merci di Malpensa
Mercoledì 12 Giugno 2019
Il 12 giugno 2019 un operaio di 49 anni è stato schiacciato da un carrello elevatore nella piattaforma Dhl dello scalo aereo milanese. I sindacati... Leggi tutto...
Immagine
Albini & Pitigliani cresce in Spagna
Martedì 11 Giugno 2019
La casa di spedizioni italiana ha costituito una joint venture con BCN Euroexpress Iberica per il trasporto internazionale. Leggi tutto...
Immagine
Poste rafforza alleanza con Amazon
Lunedì 10 Giugno 2019
Il 10 giugno 2019 la società portale italiana annuncia nuovi servizi di consegna dedicati al colosso del commercio elettronico, che prevede l'invio... Leggi tutto...
Immagine
La logistica di Mercedes a Capena
Venerdì 07 Giugno 2019
Il costruttore tedesco concentra in una grande piattaforma alle porte di Roma la gestione dei ricambi delle autovetture e dei camion per tutta... Leggi tutto...
Immagine
Sindacati preoccupati per Ceva in Italia
Giovedì 06 Giugno 2019
All'inizio di giugno 2019 le tre sigle confederali hanno diffuso un comunicato che esprime preoccupazione per la situazione aziendale della filiale... Leggi tutto...

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed