TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Astaldi prosegue con qualche sofferenza

E-mail Stampa PDF

La società di costruzioni in concordato preventivo, ma i cantieri avviati in associazione con altre imprese, come il tunnel del Brennero proseguono. In difficoltà i lavori ancora da iniziare nelle infrastrutture stradali e ferroviarie.

Napoli Afragola stazione AV fntAstaldiVenti di crisi sulle costruzioni e in particolare sulle grandi opere. Aumenta il drappello di società in sofferenza finanziaria, più o meno conclamata, da Condotte a Toto, e per finire ad Astaldi. Proprio quest'ultima società, per via del fatturato e del portafoglio ordini (è tra i 25 big a livello europeo), è quella che desta maggiori preoccupazioni dal punto di vista operativo. Attualmente ha in corso la procedura di concordato preventivo con riserva (in gergo "in bianco") che offre comunque la possibilità di rientrare dai debiti e trovare un'alternativa anche societaria. Inoltre la società ha fatto richiesta per la cassa integrazione delle maestranze direttamente coinvolte.
I cantieri aperti da Astaldi, sola o in associazione con altre imprese, valgono circa sei miliardi di euro. Limitatamente ai grandi appalti per infrastrutture stradali e ferroviarie ci sono opere come il Quadrilatero Marche-Umbria, un megalotto della Statale Jonica, il tunnel di base del Brennero, l'alta velocità Verona-Padova, la nuova direttrice Napoli-Bari, la Catania-Ragusa, il nodo ferroviario di Genova.
Diciamo subito che le opere che presentano potenzialmente le maggiori criticità sono poche, vale a dire quelle i cui cantieri sono fermi o fortemente rallentati, e in particolare si tratta degli interventi sul nodo ferroviario di Genova e sul Quadrilatero. Nelle altre occasioni la situazione è più favorevole, soprattutto nel caso in cui Astaldi si trova in associazione di imprese con gruppi robusti come Salini Impregilo o con quote lavori minori. La principale opera in corso senza intoppi riguarda il tunnel di base del Brennero. Astaldi è impegnata nel lotto Mules 2-3, il principale cantiere in territorio italiano del valore di 993 milioni di euro, in un raggruppamento costituito insieme a Ghella, Oberosler, Cogeis e PAC. I lavori proseguono secondo programma e prevedono lo scavo di 65 km tra gallerie principali, cunicoli tecnici e si servizio. A cantiere concluso, tutta la tratta italiana del BBT sarà stata scavata.
Più critica la situazione sui cantieri in corso o da avviare. Tra questi c'è il completamento del cantiere in atto nel nodo ferroviario di Genova che vale poco meno di 70 milioni di lavori residui, utile non solo per potenziare il trasporto ferroviario metropolitano, ma per predisporre la strada per l'arrivo del Terzo valico. In sofferenza anche la situazione relativa al Quadrilatero Marche-Umbria e alla Pedemontana delle Marche. Nel primo caso Astaldi è impegnata nel general contractor Dirpa2 per realizzare nell'ambito del maxi lotto 2 il sub lotto 1.1 per 22,3 km. A questa tratta stradale si aggiunge il primo lotto funzionale della Pedemontana della Marche. Si tratta di due opere stradali già travagliate da precedenti crisi aziendali. Ora si aggiunge l'incognita Astaldi.
Ma c'è da chiedersi soprattutto quali saranno i destini dei cantieri ancora da avviare e precisamente un tratto della statale Jonica 106 e due interventi ferroviari di rilievo, con le nuove linee in variante sulla Palermo-Catania (valore circa 60 milioni) e sulla Napoli-Bari (per 160 milioni). Sullo sfondo resta anche l'Alta velocità Verona-Padova il cui general contractor Iricav Due vede Astaldi impegnata con una quota del 37,49% per un valore intorno ai 900 milioni. Ma qui lo scenario si intreccia profondamente con le scelte politiche e quindi con l'avvio effettivo dei cantieri.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1914

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ultime Logistica

Immagine
Sciopero alla logistica Elia di Livorno
Giovedì 13 Dicembre 2018
Il lavoratori della S.in.co. hanno scioperato il 12 dicembre 2018 per ottenere garanzie sul salario e l'occupazione. Leggi tutto...
Immagine
Fercam potenzia attività in Israele e Cipro
Mercoledì 12 Dicembre 2018
Il 12 dicembre 2018 la società di autotrasporto e logistica altoatesina ha annunciato la nascita di una joint-venture con il suo partner israeliana... Leggi tutto...
Immagine
Kuehne + Nagel Italia trasloca a Milano
Mercoledì 12 Dicembre 2018
La filiale italiana della società di spedizione tedesca ha trasferito il quartier generale nel capoluogo lombardo. Leggi tutto...
Immagine
Sindacati restano preoccupati su Ceva in Italia
Mercoledì 05 Dicembre 2018
Il 26 novembre 2018 i vertici italiani della multinazionale logistica hanno illustrato ai sindacati lo stato di applicazione del contratto di... Leggi tutto...
Immagine
Nuovo rinvio per cessione di Artoni
Lunedì 03 Dicembre 2018
Il commissario straordinario della società di autotrasporto e logistica prende ancora tempo per trattare con il primo classificato tra i candidati... Leggi tutto...
Immagine
Blockchain avanza nella logistica
Venerdì 30 Novembre 2018
La filiera del trasporto cerca in questa nuova tecnologia uno strumento efficace per migliorare la sicurezza e l'automazione delle procedure. La... Leggi tutto...
Immagine
Federlogistica chiede incontro Parternariato logistica
Venerdì 30 Novembre 2018
Il presidente dell'associazione aderente a Conftrasporto, Luigi Merlo, chiede al ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, di avviare l'organismo di... Leggi tutto...
Immagine
Sei società logistiche si fondono in EV Cargo
Giovedì 29 Novembre 2018
A novembre nasce la più grande impresa di trasporto della Gran Bretagna dalla fusione di sei società che servono diverse attività nella filiera... Leggi tutto...

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed