TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Albo Autotrasporto, pagamento quota solo su web

E-mail Stampa PDF

Il Comitato Centrale dell'Albo degli Autotrasportatori ha stabilito che il pagamento della quota relativa al 2013 deve avvenire entro il 31 dicembre 2012 e si potrà effettuare solo attraverso la modalità telematica. Confermato l'aumento della parte fissa, pari a circa dieci euro.

Nella riunione del 25 ottobre 2012, il Comitato Centrale dell'Albo degli Autotrasportatori ha stabilito l'entità e le modalità del pagamento della quota relativa al 2013, con novità in entrambi i casi. Per quanto riguarda le modalità di pagamento, non sono più ammesse quelle svolte tramite bollettino postale o bonifico bancario, mentre restano in vigore esclusivamente i pagamenti tramite sistema telematico, ossia sul sito web dell'Albo attraverso carta di credito Visa, Postepay o BancoPosta. Il Comitato Centrale ammette che il bonifico e il bollettino postale "venivano utilizzate da numerose imprese ma non permettevano al Comitato di svolgere i dovuti controlli e comunicare alle Province i nominativi delle aziende che non pagavano la quota". Insomma, siccome l'Albo non è in grado di effettuare i controlli, scarica i disagi sugli associati, che dovranno dotarsi o di una specifica carta di credito (la Visa) o degli strumenti di pagamento elettronici della Posta. Il termine di pagamento è fissato nel 31 dicembre 2012.

La seconda innovazione che non piacerà alle imprese di autotrasporto è l'aumento della parte fissa della quota, che sale da 20,66 a 30 euro per impresa. Restano invece immutate le quote variabili sulla base della dimensione del parco veicolare e della capacità di carico, che comunque rappresentano la parte maggiore della quota complessiva.

La quota aggiuntiva relativa al parco veicolare è così definita:

  • Da 2 a 5 veicoli: 5,16 euro
  • Da 6 a 10 veicoli: 10,33 euro
  • Da 11 a 50 veicoli: 25,82 euro
  • Da 51 a 100 veicoli: 103,29 euro
  • Da 101 a 200 veicoli: 258,23 euro
  • Oltre i 200 veicoli: 516,46 euro

La quota aggiuntiva relativa alla capacità di carico dei singoli veicoli vale per gli automezzi aventi massa complessiva superiore a sei tonnellate ed è così definita:

  • Per ogni veicolo dotato di capacità di carico con massa complessiva tra 6,001 ed 11,5 ton, nonché per ogni veicolo
  • trattore con peso rimorchiabile da 6,001 ad 11,5 ton: 5,16 euro
  • Per ogni veicolo dotato di capacità di carico con massa complessiva tra 11,501 e 26 ton, nonché per ogni veicolo
  • trattore con peso rimorchiabile da 11,501 a 26 ton: 7,75 euro
  • Per ogni veicolo dotato di capacità di carico con massa complessiva superiore a 26 ton, nonché per ogni trattore con
  • peso rimorchiabile oltre 26 ton: 10,33 euro

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter bisettimanale con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 3876

Camionsfera TV

Banner Trasporto Online 180x250 marzo 2016

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed