TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ungheria apre la caccia ai furgoni stranieri

E-mail Stampa PDF

Fonti rumene riferiscono che la Polizia ungherese sta multando i veicoli commerciali stranieri, con massa complessiva inferiore a 3,5 tonnellate, che non montano il cronotachigrafo.


Ungheria polizia furgone bisarcaLa guerra dell'autotrasporto con divide solamente i Paesi dell'Ovest da quelli dell'Est, ma anche questi ultimi tra loro. Lo mostra un articolo pubblicato il 4 ottobre 2019 dal giornale rumeno Costanta de Azi, secondo cui la Polizia ungherese starebbe multando i veicoli commerciali stranieri con massa tra 2,4 e 3,5 tonnellate e con rimorchio che non montano il cronotachigrafo con sanzioni che possono superare i 2500 euro. Non è però chiaro in virtù di quale norma comunitaria lo facciano, perché oggi il cronotachigrafo è obbligatorio nell'Unione Europea solo per i veicoli industriali con massa superiore a 3,5 tonnellate. È vero che nel Pacchetto Mobilità approvato dal Parlamento Europeo c'è la possibilità d'imporre questo strumento anche nei veicoli tra 2,4 e 3,5 tonnellate che svolgono autotrasporto internazionale, ma questo provvedimento è ancora lontano dall'applicazione. Questa misura dovrebbe far rispettare le regole sui tempi di guida anche ai veicoli leggeri che sempre più spesso sono usati (soprattutto dalle imprese orientali) per svolgere trasporti internazionali su lunghi tragitti senza assicurare i necessario riposo agli autisti, proprio per la mancanza dell'apparecchio che misura le ore di guida. Inoltre, i veicoli con massa fino a 3,5 tonnellate sono usati anche per svolgere trasporti nazionali all'interno degli altri Paesi. Ma se la notizia fosse vera, mostra un comportamento irregolare da parte dell'Ungheria, che non può sanzionare veicoli stranieri senza un provvedimento comunitario.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1705

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca