TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Arrivano le scadenze per l’autotrasporto internazionale

E-mail Stampa PDF

30 settembre scadrà il termine per presentare la domanda perle autorizzazioni autotrasporto extra-UE fisse e alla fine di ottobre toccherà alle Cemt 2020. Complicazioni causate dalla Brexit.


Croazia autostrada A1 Alto SilverijeL'associazione degli autotrasportatori Assotir ricorda due importanti scadenze per l'autotrasporto internazionale. La prima è il 30 settembre, quando scadrà il termine per presentare le richieste di rinnovo e conversione in assegnazione fissa delle autorizzazioni al trasporto stradale per i Paesi che non aderiscono all'Unione Europea. In questo caso, le imprese che non hanno svolto alcun trasporto fuori dall'Unione, comprese quelle che non hanno mai chiesto le autorizzazioni bilaterali a viaggio, entreranno nella graduatoria solamente con il punteggio prodotto dai veicoli disponibili, un parametro che varia sulla classe Euro dei veicoli stessi. La seconda scadenza è il 31 ottobre e riguarda le domande per presentare le domande di rinnovo e graduatoria per le autorizzazioni Cemt relative al 2020. In questo caso, le imprese che hanno ottenuto tali autorizzazioni nel 2019 per graduatoria e non le hanno usate, non otterranno automaticamente il loro rinnovo nel 2020, anche se entreranno comunque nella graduatoria.
Per rinnovare le autorizzazioni Cemt, l'impresa deve avere svolto almeno undici percorsi nei primi undici mesi dell'anno con un permesso multilaterale e deve avere un numero di veicoli industriali di classe Euro idonea almeno pari al numero di autorizzazioni di cui chiede il rinnovo. Per ottenere il rinnovo delle autorizzazioni con assegnazione fissa l'impresa deve avere svolto almeno 24 viaggi, considerando come validi quelli svolti dall'ottobre dell'anno precedente a settembre dell'anno autorizzazioni in corso. Le autorizzazioni di viaggio a titolo precario si possono chiedere durante l'anno con una specifica domanda e la quantità concessa dipende dal numero dei veicoli dell'impresa.
Le autorizzazioni per l'autotrasporto internazionale bilaterale usate nel 2019 conteranno per il rinnovo o conversione solamente se saranno restituite al ministero dei Trasporti entro il 15 ottobre 2019. Assotir ricorda che "vi è in ogni caso l'obbligo di restituzione delle autorizzazioni ottenute dalle imprese, utilizzate o meno, una volta scadute. La mancata restituzione delle autorizzazioni stesse, comporterà la sospensione della domanda di rilascio di ulteriori titoli, per l'anno successivo".
Quest'anno l'assegnazione delle autorizzazioni all'autotrasporto internazionale è complicata dall'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea, prevista per il 31 ottobre 2019. Se l'uscita, come è sempre più probabile, avverrà senza accordo, gli autotrasportatori dovranno usare autorizzazioni internazionali, che al momento si ritiene siano Cemt. Assotir annuncia che l'Italia si sta preparando a tale evento, con l'intenzione di "aumentare il contingente italiano Cemt per il 2020, dalle attuali 268 autorizzazioni per veicoli Euro IV, a circa 500 unità utilizzabili però esclusivamente con veicoli Euro V ed Euro VI", spiega Assotir, che precisa: "Le imprese munite di tali veicoli potranno pertanto – se interessate ad ottenere tali autorizzazioni nel 2020 per eseguire trasporti da/verso la Gran Bretagna – presentare domanda di Graduatoria Cemt sin da subito, senza attendere il termine ultimo del 31 ottobre prossimo".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 710

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed