TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

A Vado Ligure manca sosta per camion

E-mail Stampa PDF

A pochi mesi alla scadenza del 12 dicembre 2019, giorno in cui è previsto l'avvio delle attività al nuovo terminal container di Savona, non ci sono ancora aree di sosta adatte e sufficienti a ospitare l'elevato numero di veicoli industriali che circoleranno nella zona.


Savona terminal Vado Gateway cantiere altoLa carenza di aree di sosta per veicoli pesanti a Vado Ligure è stata rilanciata dalla Cna, che ha denunciato l'allarmante situazione d'immobilismo del fronte delle infrastrutture a pochi mesi ormai dall'entrata in funzione della cosiddetta piattaforma Maersk. "Le uniche infrastrutture di cui si è già iniziata la costruzione sono quelle all'interno del porto. Tutto il resto ovvero reti stradali e ferroviarie, aree stoccaggio, aree di sosta e strutture per gli addetti ai trasporti giace nel più completo dimenticatoio dopo i soliti vergognosi rimpalli tra enti e società di gestione autostradale", ha affermato Matteo Sacchetti, segretario provinciale di Cna Savona. "Già oggi gli spazi di sosta per i camion sono risicati e provocano ripercussioni anche sulla viabilità urbana di Vado e Savona con la protesta degli abitanti e nell'impotenza dei Comuni per non parlare delle condizioni disumane a cui sono costretti i trasportatori con una promiscuità di merci allarmante ove non si fa pure nessuna distinzione rispetto alle merci pericolose o infiammabili, figuriamoci con la piattaforma a regime", sottolinea Giuseppe Barberis, delegato Cna Savona per il settore trasporto merci.
Aldo Contini, presidente Cna Fita Savona, ha aggiunto: "Si parla di 500-1000 camion in più al giorno e almeno una parte di questi saranno costretti a fermarsi tra Vado e Savona e i mesi passano inesorabili. Il casello di Bossarino è ancora sulla carta. Il quadro è gravissimo e, a parte i soliti protocolli di intesa, non si vede nulla di concreto. Già si va oggi nel panico per una allerta meteo, cosa succederà domani?". Lo scorso maggio anche l'assessore regionale Andrea Benveduti aveva lanciato l'allarme sulla viabilità con l'entrata in servizio del nuovo terminal container che potrebbe portare oltre ottocento veicoli industriali al giorno sulla Statale Aurelia.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 913

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed