TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Primo passo per rimborsi autotrasporto Genova

E-mail Stampa PDF

Il 16 luglio 2019, l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale ha comunicato agli autotrasportatori di avere terminato la procedura di ristoro dei maggiori costi causati dal crollo del ponte Morandi relativa ai viaggio del 2018.


Genova porto Lanterna accesso camionOggi gli autotrasportatori che hanno subito maggiori costi per le deviazioni causate dal crollo del viadotto Polcevera dell'autostrada A10 hanno tirato un sospiro di sollievo, perché l'Asp del Mar Ligure Occidentale ha annunciato di avere concluso la procedura formale per il ristoro, ossia il contributo per i maggiori costi, relativo ai viaggi svolti nel 2018. Ora inizia la seconda fase, che consiste nella comunicazione alle singole imprese della somma erogata, in base al numero complessivo delle richieste. Tale valore può variare perché lo stanziamento è fisso. Si stima che la procedura di pagamento potrebbe terminare entro metà agosto, ossia a un anno dal crollo del ponte.
Intanto resta in stallo la vertenza nazionale sulle attese dei camion al carico e scarico dei container. L'8 luglio si sono incontrate a Roma le imprese di autotrasporto per fare il punto della situazione, dopo la presentazione delle richieste, tra cui spicca il ripristino dell'accordo sul trasporto stradale dei container. Gli autotrasportatori propongono uno schema che tiene conto sia dell'evoluzione della situazione (per esempio, container da venti piedi che hanno una massa a carico vicina a quella dei contenitori da 40 piedi, quindi devono avere un costo del trasporto analogo), sia delle richieste dell'Autorità Antitrust, rispetto ai contenuti dell'accordo del 2005 (l'ultimo firmato per questo settore). A settembre è previsto un incontro con la committenza, mentre gli autotrasportatori genovesi lamentano che l'Autorità portuale non ha fornito ancora alcuna indicazione sul risarcimento delle attese, come si era impegna a fare nei mesi scorsi.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 699

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed