TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Chiarimenti sul traino di rimorchi extracomunitari

E-mail Stampa PDF

La circolare numero 2 del 2019 diffusa dal ministero dei Trasporti il 28 maggio 2019 fornisce alcune precisazioni sulle norme da applicare quando un trattore stradale comunitario aggancia un rimorchio con targa extracomunitaria.


UN roro traghetto banchina camionLo sviluppo del trasporto combinato strada-rotaia e strada-mare anche con Paesi extracomunitari sta aumentando i casi in cui arriva in Italia un semirimorchio con targa extracomunitaria che deve essere agganciato da un trattore con targa di un Paese comunitario. In questi casi, quale normativa va applicata all'autoarticolato? Partendo da alcune segnalazioni di situazioni reali, risponde il ministero dei Trasporti con la circolare numero 2 del 2019, che considera il caso di un semirimorchio extracomunitario sbarcato in un porto italiano e diretto in un altro Paese dell'Unione. Innanzitutto il ministero precisa nella prima parte che si tratta di un trasporto da uno Stato extra-UE all'Italia, perché il semirimorchio sbarca in un porto italiano e quindi questo caso rientra in quelli degli accordi bilaterali tra L'Italia e il Paese di origine. In pratica, ciò significa che il semirimorchio deve avere un'autorizzazione al trasporto merci bilaterale che rientri nel contingente stabilito dall'accordo. Quando il semirimorchio prosegue il viaggio su strada dopo lo sbarco per un altro Paese comunitario, cambia la situazione e si richiede solo che il vettore (di un Paese UE) abbia la licenza comunitaria.
Che cosa succede nel viaggio di ritorno del semirimorchio extracomunitario verso il suo Paese di origine? Prima d'imbarcarsi in Italia deve avere l'autorizzazione bilaterale, anche se viaggia a vuoto. Il ministero dei Trasporti ricorda che le autorizzazioni dei contingenti italiani sono valide per un solo viaggio, che comprende le tratte di andata e ritorno. Anche nel ritorno sulla parte stradale, il complesso formato da un trattore con targa comunitaria e semirimorchio con targa extracomunitaria deve avere la licenza comunitaria, oltre che la citata autorizzazione bilaterale.
CIRCOLARE MINISTERO TRASPORTI 2/2019 AGGANCIO SEMIRIMORCHIO EXTRACOMUNITARIO DA PARTE DI TRATTORE STRADALE COMUNITARIO

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1455

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed