TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Dieci denunce per contrabbando gasolio

E-mail Stampa PDF

La Guardia di Finanza di Roma ha scoperto un traffico di carburante che avveniva usando un deposito di 10mila metri quadrati e autocisterne provenienti dalla Polonia e dalla Slovenia. Sequestrate 120 tonnellate di gasolio e benzina.


Guardia Finanza auto autocisterna notteContinua l'attività di repressione del contrabbando di carburante, un'attività che rende parecchio ai trafficanti, che non pagano né le imposte né le accise. All'inizio di luglio 2019 la Guardia di Finanza di Roma ha concluso un'importante operazione su un'organizzazione che importava carburante facendolo risultare sui documenti di trasporto come materia prima per la produzione industriale, per poi rivenderlo in nero. L'inchiesta è partita da un controllo su strada svolto da una pattuglia del 3° Nucleo Operativo Metropolitano di Roma della Finanza, che ha notato in una stazione di servizio alcune autocisterne con targhe polacche e slovene ferme al parcheggio.
I militi hanno quindi deciso di svolgere un controllo sul loro carico, che secondo i documenti sarebbe stato composto da stearina, un prodotto che non richiede il pagamento delle accise. Aprendo le cisterne, il colore e la densità del liquido somigliava molto a quella del gasolio. Il passo successivo dell'indagine è stato trovare la destinazione di questi carichi, che provenivano dall'estero: un deposito di oli minerali di Bracciano. I Finanzieri hanno quindi posto sotto controllo l'impianto, rilevando un elevato traffico di autocisterne con targa straniera, che erano preceduti da un'autovettura che avvisava gli autisti degli autoarticolati di eventuali posti di controllo. Quindi, è stata decisa la perquisizione del deposito, dove i militi hanno trovato oltre 120 tonnellate di gasolio e benzina di provenienza illecita, che non erano annotate sui libri di carico e scarico dell'azienda, ma solo su brogliacci informali. Al termine dell'indagine, i Finanzieri hanno sequestrato il deposito, il carburante stoccato e otto autocisterne , denunciando dieci persone per il reato di contrabbando.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 2142

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed