TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Camion fermi a Calais e Dunkerque per sciopero bianco

E-mail Stampa PDF

Il 5 marzo 2019, i sindacati dei lavoratori delle Dogane stanno applicando in modo rigoroso le procedure per l'imbarco dei veicoli nei due scali, causando code di chilometri per i veicoli industriali. Vogliono più risorse in viste della Brexit.


Calais porto ingresso ottoOggi è scoppiato il caos per i veicoli industriali che devono attraversare la Manica dalla Francia alla Gran Bretagna per uno sciopero bianco dei funzionari delle Dogane indetto dai sindacati francesi CFDT-Douanes, Cgt e Unsa. I doganieri lavorano regolarmente, ma stanno applicando alla lettera le norme sui controlli, creando enormi disagi. Già nella mattina del 5 marzo si registrano code di di camion per chilometri sulle strade che conducono ai porti di Calais e Dunkerque. La situazione dei camionisti è resa più difficile a causa dei migranti che cercano si salire sui semirimorchi, approfittando che i veicoli sono fermi. A Calais, le code interessano la parte terminale dell'autostrada A16, verso l'ingresso dell'Eurotunnel, e la rotonda all'ingresso del terminal ro-ro. La Polizia ha istituito aree di sosta sulle autostrade A16 e A26.
La protesta nasce dalla prossima uscita dalla Gran Bretagna dall'Unione Europea, che aggraverà le condizioni di lavoro dei doganieri, soprattutto se avverrà senza alcun accordo. Oggi lavorano a Calais circa trecento doganieri, tra il porto e l'Eurotunnel, più una sessantina a Dunkerque. I sindacati chiedono un aumento della retribuzione per il lavoro notturno (ossia portarla da 1,8 a 7 euro l'ora), una rivalutazione dell'indennità di rischio e l'aumento dell'organico quando entrerà in vigore la Brexit, perché saranno necessari maggiori controlli quando la Gran Bretagna diventerà un Paese terzo. I sindacati stimano insufficiente il numero previsto dal Governo per tale evento, ossia 700 doganieri in tutta la Francia. Lo sciopero bianco è proclamato a tempo indeterminato.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 2567

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed