TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sequestro di camion Jost per dumping autisti

E-mail Stampa PDF

La Procura Federale del Belgio ha sequestrato diciannove veicoli industriali dell'azienda di autotrasporto nell'ambito di un'indagine per irregolarità nell'utilizzo degli autisti tramite società fantasma in Romania e Slovacchia, ma vorrebbe fermarne trecento.


Jost camion operatoreL'indagine avviata dai magistrati belgi contro la grande azienda di autotrasporto Jost Group ha compiuto un ulteriore passo, con il sequestro di diciannove veicoli industriali e secondo il giornale La Dernière Heure i magistrati vorrebbero sequestrane almeno trecento. Si apre uno scontro legale tra l'azienda, che respinge le accuse di frode sociale e traffico di persone e che intende impedire l'ulteriore sequestro, e la Procura. Secondo l'accusa, Joast Group avrebbe usato società letterbox con sede in Romania e Slovacchia per usare 1100 autisti dell'Est nell'autotrasporto in Belgio, attuando così dumping sociale e sottraendo alla previdenza sociale 55,3 milioni di euro. Tra gli inquisiti c'è anche il Ceo della società, Roland Jost,che nel 2017 è stato arrestato insieme con altri tre dirigenti, per poi essere rilasciato. Il Gruppo è la seconda impresa di autotrasporto, per dimensione della flotta, del Belgio.
In una nota, la società dichiara di avere fiducia nella magistratura, aggiungendo però che "il Procuratore Federale continua a comunicare false informazioni alla stampa in un chiaro e poco professionale tentativo di destabilizzare il Gruppo Jost, nonostante ci neghi l'accesso al fascicolo giudiziario". La società conferma anche di essersi opposta al sequestro di trecento veicoli industriali e che finora i magistrati hanno sospeso questa azione giudiziaria. Viceversa, soddisfazione per l'indagine è espressa dal sindacato Csc Transcom, affermando che "più controlli sono essenziali per vincere la lotta contro il dumping sociale".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 2984

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca