TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Autotrasporto sospende il fermo al porto di Genova

E-mail Stampa PDF

Dopo la riunione in Autorità Portuale dell'11 luglio, le associazioni degli autotrasportatori hanno deciso di revocare il fermo dei servizi al terminal VTE che avevano proclamato dal 12 al 17 luglio 2018, mentre è iniziato lo sciopero degli autisti dei container che dovrebbe durare fino a venerdì.


Sciopero autisti Genova 12 luglio 2018 fntFiltLa riunione per scongiurare il blocco del porto di Genova di ieri è terminata intorno a mezzanotte con la firma di un accordo da parte delle associazioni Fita Cna, Confartigianato Trasporti, Fai Conftrasporto e Trasportounito, che hanno così revocato il fermo dei servizi proclamato dal 12 al 17 luglio 2018 al terminal VTE. Invece, i sindacati confederali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno confermato lo sciopero degli autisti dell'autotrasporto container nell'intero porto, iniziato alla mezzanotte del 12 luglio e che dovrebbe durare fino a venerdì compreso. Però la mattina del 12 luglio è iniziata una nuova riunione all'Autorità Portuale per trovare una soluzione anche per lo sciopero degli autisti.
Le associazioni dell'autotrasporto protestano contro le lunghe attese per il carico e lo scarico dei container, soprattutto al terminal VTE, e chiedono sia la riduzione delle attese, sia u indennizzo in caso di attese troppo lunghe. Dalle prime informazioni giunte a TrasportoEuropa.it, il documento firmato questa notte prevede un indennizzo e sarebbe proprio questa condizione ad avere spinto le associazioni a sospendere il fermo. Fonti associative precisano però che l'accordo è soggetto anche all'approvazione dei sindacati, quindi senza la loro firma potrebbe azzerarsi e gli autotrasportori potrebbero proclamare un'altra agitazione.
Le richieste dei sindacati sono più ampie, anche perché comprendono l'intero porto. Oltre alla riduzione dei tempi di attesa e un indennizzo per attese troppo lunghe, gli autisti chiedono anche misure per aumentare la sicurezza all'interno dei terminale e la realizzazioni di servizi nei piazzali dove aspettano l'accesso ai terminal. Questa notte sono iniziati i presidi ai valichi portuali, che potranno causare lunghe code non solo in ambito portuale, ma anche nelle strade cittadine. In altre situazioni analoghe, i disagi sono arrivati fino sulle autostrade. Dalle prime notizie giunte in redazione, sembra che siano fermi i terminal container e che i manifestanti stiano bloccando anche i treni.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1915

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed