TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ministro Toninelli contro limiti ai camion nel Brennero

E-mail Stampa PDF

Il 12 giugno 2018, il ministro dei Trasporti italiano ha confermato la linea del suo predecessore contro i provvedimenti austriaci che limitano il transito dei veicoli industriali nel Tirolo austriaco. L'autotrasporto italiano concorda, ma chiede azioni concrete.


Austria autostrada A13 Brennero viadotto Europa altoDopo avere firmato il protocollo d'intesa del Brenner Meeting – dove però non ha partecipato, inviando un alto dirigente del ministero – il ministro dei Trasporti italiano è intervenuto sui limiti al transito di veicoli pesanti adottati dall'Austria in alcuni giorni, lungo l'asse del Brennero: "Non sono accettabili blocchi unilaterali del traffico che danneggiano sia l'ambiente sul versante italiano sia i fatturati delle imprese nostrane. Si tratta di divieti non concordati che appaiono peraltro in contrasto con lo spirito delle intese del vertice di Monaco e con il principio di libera circolazione delle merci che informa il diritto della Ue". Il ministro ha anche ribadito l'impegno italiano nel potenziamento della ferrovia del Brennero e del trasporto intermodale.
Le dichiarazioni del ministro sono state accolte in modo favorevole da Conftrasporto e Confartigianato Trasporti. Il vice-presidente di Conftrasporto, Paolo Uggè, ha dichiarato che "Toninelli ha ribadito sia i principi della Road Alliance, siglata in seno all'Unione europea dai principali ministri dei Trasporti, sia quanto dichiarato nel precedente Brenner Meeting dall'allora ministro Delrio, che riconobbe l'assoluta esigenza di evitare iniziative unilaterali". Nello stesso tempo, Uggè chiede interventi concreti se l'Austria proseguirà con questo atteggiamento il Governo italiano deve attuare "iniziative altrettanto penalizzanti nei confronti dei suoi vettori".
Il presidente di Confartigianato Trasporti e Unatras, Amedeo Genedani, afferma: "Bene Toninelli che finalmente ha ribadito che i divieti imposti dall'Austria ai camion e benvoluti dall'Euregio sono molto dannosi per l'ambiente e per i fatturati delle imprese italiane". Ma anche lui chiede che "dalle parole si passi ai fatti" e "rinnova la richiesta di un incontro al Ministro Toninelli per risolvere le questioni emergenziali già segnalate ed organizzare una serie di iniziative utili per permettere ad una categoria abbandonata al mercato della globalizzazione di competere lealmente".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1079

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed