TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Allarme della Fai sui migranti nei camion

E-mail Stampa PDF

Aumentano i casi di persone che salgono clandestinamente sui veicoli industriali in territorio italiano per cercare di varcare la frontiera.


Calais migranti salgono semirimorchioNegli ultimi mesi stanno aumentando i casi di migranti che salgono a bordo dei camion all'insaputa dell'autista per cercare di varcare la frontiera, soprattutto quella con la Francia. E a volte sbagliano veicolo, come è successo a tre giovani africani saliti su un autoarticolato ucraino e scoperti il 10 gennaio 2018 dall'autista mentre stava scaricando alcuni bancali a Travagliato, in provincia di Brescia. Ai Carabinieri chiamati dal conducente, i migranti hanno spiegato che erano saliti a Ventimiglia con l'intenzione di arrivare nei Paesi Bassi.
Pochi giorni prima, il 27 dicembre 2017, un autista bulgaro che stava scaricando alla Schneider Electric di Stezzano, in provincia di Bergamo, ha scoperto ben otto migranti, tra cui minorenni, nel cassone del camion. L'11 febbraio, la Polizia di Frontiera Marittima di Palermo ha scoperto tre persone nel semirimorchio imbarcato su un traghetto proveniente da Tunisi.
L'episodio che ha causato l'intervento della Fai è avvenuto la mattina del 9 febbraio 2018 alla stazione di servizio di Sant'Ilario, sull'autostrada A12, su un autoarticolato dell'azienda di autotrasporto salernitana Curcio Logistica. Durante una sosta, l'autista si è accorto che i sigilli del semirimorchio erano stati manomessi e ha avvertito la Polizia Stradale. Gli agenti hanno aperto il rimorchio, dove hanno trovato sette migranti eritrei, tra cui due minori, che erano saliti a Ventimiglia pensando di viaggiare verso la Francia, mentre in realtà stavano andando nella direzione opposta.
Il 14 febbraio un autista partito da Genova e diretto a Genova, mentre viaggiava sull'Autostrada dei Fiori, ha sentito dei rumori nel cassone e si è fermato a una stazione di servizio, telefonando alla Polstrada. È quindi giunta una pattuglia, che ha scorato il veicolo fino alla caserma d'Imperia Ovest, dove ha aperto il semirimorchio trovando diciannove migranti eritrei. L'episodio più recente è avvenuto il 16 febbraio al casello di Ceva dell'autostrada Torino-Savona, dove la Polizia Stradale ha fermato un autoarticolato trovando a bordi dei migranti.
Nella nota diffusa il 16 febbraio, la Fai spiega che queste scene "si ripetono quotidianamente, soprattutto nelle aree di confine. È successo anche pochi giorni fa, a Ventimiglia", invitando gli autotrasportatori ha denunciare fenomeni d'illegalità a tutti i livelli. "La collaborazione con le Forze dell'Ordine è fondamentale per garantire il rispetto delle regole e la sicurezza", ha dichiarato il direttore della Fai, Andrea Manfron. "La segnalazione effettuata dalla Curcio e dal suo autista hanno consentito di portare alla luce uno dei tanti, troppi episodi legati al traffico di migranti che spesso si intrufolano nei rimorchi o, peggio ancora, si aggrappano ai semiassi, rendendosi, come registrano le cronache quotidiane, anche protagonisti di veri e propri assalti alla diligenza".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1292

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed