TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Scontro sul cabotaggio nel Consiglio UE dei Trasporti

E-mail Stampa PDF

Il 5 dicembre 2017 si è svolto il Consiglio Europeo dei Ministri dei Trasporti, dove si sono confrontate due richieste sul cabotaggio terrestre: più limiti o maggiore liberalizzazione.


Actros rossi autostrada ponte rastrematoL'evento più rilevante della riunione del 5 dicembre è la conferma della frattura tra i rappresentanti dell'Est e quelli dell'Ovest sulla liberalizzazione dell'autotrasporto e, in particolare, sul cabotaggio stradale. Dall'oriente arrivano pressioni per concedere maggiore libertà alle imprese comunitarie di svolgere autotrasporti nazionali in altri Paesi, mentre dalla Road Alliance, cui appartiene anche l'Italia, si oppone resistenza a ulteriori liberalizzazioni, almeno fino a quando non si raggiungerà un'armonizzazione sulle condizioni di lavoro.
Al termine della riunione, il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, ha dichiarato: "Condividiamo i passi avanti in materia di autotrasporto ma vanno rafforzati i temi dei controlli, di non avere ulteriori liberalizzazioni fino a quando non si rispettano bene le regole sul diritti dei lavoratori, degli autisti, con il divieto del riposo settimanale in cabina, giorni limitati di cabotaggio, rivedendo le regole che oggi creano concorrenza sleale e dumping sociale".
Il giorno precedente, si è svolta la riunione dei ministri dei Trasporti della Road Alliance, che ha illustrato i principi con cui condurrà la discussione in ambito europeo: istituire un mercato dell'autotrasporto merci su strada unico, con concorrenza leale, fissando le condizioni atte a garantire condizioni di lavoro dignitose per i conducenti sulla base del principio "pari retribuzione per pari lavoro", tenendo nella dovuta considerazione la sicurezza dei conducenti e degli utenti della strada e rafforzando la lotta contro la frode e le pratiche illecite. L'Alleanza è formata da Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Svezia, Svizzera e Norvegia.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1688

Camionsfera TV

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed