A gennaio 2019 nasce Mercedes-Benz Trucks Italia

Stampa

Daimler ha deciso di separare il Gruppo in società distinte e la filiale italiana ne avrà una dedicata ai veicoli industriali. La fase di implementazione è stata chiamata Project Future.


Mercedes Actros 2018 frontaleIl progetto risale allo scorso luglio, quando il Board of Management e il Consiglio di Supervisione di Daimler AG approvarono la nuova struttura societaria del Gruppo che prevede tre entità legalmente distinte: Mercedes-Benz per le divisioni Cars e Vans, Daimler Truck per le divisioni Trucks e Buses e Daimler Mobility per Daimler Financial Services, tutte sempre sotto l'egida di Daimler. Queste aziende saranno società per azioni tedesche con sede a Stoccarda, mentre Daimler AG, la Casa madre, eserciterà funzioni di governo societario, strategia e gestione e fornirà servizi aziendali interdivisionali.
In ambito europeo, alcuni Paesi hanno avuto la possibilità, in accordo con Daimler, di attuare questo processo e la divisione Trucks di Mercedes-Benz Italia ha deciso di cogliere questa opportunità per offrire soluzioni sempre più mirate ai propri clienti. A partire dal 1° gennaio 2019, nascerà quindi Mercedes-Benz Trucks Italia Srl, società legalmente indipendente. Maurizio Pompei, amministratore delegato della nuova società 'pesante', alla conferenza di fine d'anno di Mercedes Italia ha commentato: "Siamo al cambio di stagione, Mercedes-Benz Trucks Italia sarà una organizzazione autonoma, con più spirito di imprenditorialità e più vicinanza al cliente; dato che camionisti o gestori di flotte sono clienti particolari. Sarà una società più piccola e più veloce, ma la rete sarà la stessa e potrà avere sempre i tre mandati di vendita (auto, veicoli commerciali e veicoli industriali)". Si è deciso di creare in Italia una struttura legalmente distinta che assicuri in pratica una maggiore libertà imprenditoriale. "Un ulteriore rafforzamento dell'orientamento al mercato", conclude Pompei, "con collaborazioni più veloci e flessibili".

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: