TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ottobre 2018 positivo per i veicoli industriali

E-mail Stampa PDF

I dati sulle immatricolazioni mostrano che aumentano quelle dei veicoli industriali pesanti e tengono quelle dei semirimorchi, dove prevalgono gli stranieri.


Truck store insegna bnA ottobre 2018, sono stati rilasciati 2133 libretti di circolazione di nuovi autocarri (+10,9% rispetto a ottobre 2017) e 1278 libretti di circolazione di rimorchi e semirimorchi pesanti nuovi, ossia quelli con massa complessiva superiore a 3500 kg (-8,3%), suddivisi in 108 rimorchi (-15,6%) e 1170 semirimorchi (-7,5%).
Sia per gli autocarri, sia per i veicoli trainati si conferma, comunque, un trend positivo nei primi dieci mesi del 2018, con un incremento a doppia cifra per gli autocarri: 21.351 libretti di circolazione, il 10,2% in più del periodo gennaio-ottobre 2017, e 13.376 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti (+0,1% rispetto a gennaio-ottobre 2017). In totale a ottobre 2018 abbiamo 5444 rimorchi con marca italiana su 7932 semirimorchi stranieri, con un totale di 13.376 unità.
La Lombardia resta sempre in testa nelle immatricolazioni italiane dei rimorchi con 2370 mezzi venduti a ottobre, seguita dalla Campania con 1886 unità. A suddividere la Penisola in macro-regioni possiamo affermare che il Nord Ovest in generale, fra mezzi italiani e stranieri, con Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria e Lombardia ha immatricolato 3607 mezzi; il Centro rappresentato da Toscana, Umbria, Marche e Lazio 1672 unità; il Nord Est, con Trentino, Veneto, Friuli e Emilia 3.983 rimorchi e infine in Sud con le isole 4114 unità.
Le marche di rimorchi estere però restano sempre in testa alle vendite in ogni macro-regione. Mettendo a segno quasi 8000 immatricolazioni (7932 libretti a ottobre 2018) sui 5444 degli italiani. Nel Nord Ovest sono a ottobre 1969; nel Nord Est 2553; nel Centro 878 e nel Sud 2.532, a dimostrare ancora una volta non solo che l'esterofilia dell'Italia si mostra anche in questo settore, ma che è il comparto stesso di costruttori a stare lentamente scomparendo.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1959

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed