TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Fretlink aumenta il capitale e punta all’Europa

E-mail Stampa PDF

A pochi mesi dal lancio commerciale, la Borsa carichi ottiene la fiducia di importanti finanziatori che hanno investito la cifra di sei milioni di euro, per migliorare il servizio ed imporsi sul mercato europeo.


Computer tastiera manoDopo l'investimento iniziale di 600mila euro e la costante fiducia ottenuta nel tempo – cinquanta nuove aziende a settimana – i dirigenti di Fretlink hanno convinto fondi d'investimento come Daphni, Elaia Partner, Breega Capital e Tekton a stanziare la cifra di sei milioni di euro nel progetto, con lo scopo di affinare e incrementare l'offerta dei servizi, ma anche di affermarsi in tutto il mercato europeo dell'autotrasporto, una borsa dal valore di circa 300 miliardi di euro e che stuzzica le ambizioni di concorrenti come Chrono Truck e Convargo.
Grazie al lavoro di un team di trenta persone (esperti di logistica, di web ed economisti) in pochi mesi dal suo esordio sul mercato, la piattaforma online ha già riscosso un notevole successo. Fretlink mette in contatto i vettori con i clienti che hanno la necessità di trasportare i loro prodotti alle destinazioni finali, creando una rete logistica sicura, affidabile e al giusto costo, in un settore dove spesso colui che spedisce la merce non conosce chi la trasporta. Ciò avviene grazie a un software disponibile in modalità SaaS (Software as a Service), ossia tramite una applicazione web facilmente fruibile via internet e che al momento è usata da 2500 aziende di trasporti, per una flotta totale di 60mila camion.
"Oggi un camion su quattro viaggia vuoto, ma i nostri algoritmi sono in grado di ottimizzare i flussi sia per le aziende di trasporto, sia per i clienti industriali. E non siamo semplicemente una innovazione tecnologica, offriamo un servizio accompagnato da un sostegno umano", spiega Paul Guillemin, amministratore delegato e cofondatore di Fretlink, società parigina specializzata nell'ottimizzazione dei flussi di merci trasportate su gomma.

Davide Debernardi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 922

Camionsfera TV

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed