TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Volvo rassicura gli autisti sulla guida autonoma

E-mail Stampa PDF

Il costruttore svedese di veicoli industriali spiega perché l'introduzione della guida autonoma sui camion non ridurrà la richiesta di autisti ma potrebbe perfino migliorare la qualità del loro lavoro.


Volvo Vera semirimorchioAumentano le sperimentazioni, anche in situazioni operative reali, di camion a guida autonoma di diverso livello e in alcuni casi queste notizie sono accompagnate da previsioni o commenti preoccupati sulla scomparsa dei camionisti. Volvo Trucks, che è tra i protagonisti di questa innovazione, ha diffuso l'8 gennaio 2020 una nota dove Sasko Cuklev (direttore della divisione Autonomous Solutions) spiega che la nuova tecnologia non ridurrà il numero degli autisti di veicoli pesanti, ma servirà a migliorare il loro lavoro. Innanzitutto, la società ricorda che già i veicoli oggi in circolazione montano sistemi automatici che aumentano il comfort e la sicurezza dell'autista, come il cruise control adattivo, la frenata automatica o il mantenimento della corsia. Questi sono componenti anche dei camion a guida completamente autonoma.
Riguardo a questi ultimi, Cuklev afferma che "siamo molto lontani dal vedere camion completamente autonomi che viaggiano sulle autostrade pubbliche", aggiungendo che "personalmente credo che potremmo vederli prima in specifiche applicazioni. Le situazioni in cui è probabile appaiano prima i camion autonomi, sono quelle in cui con flussi ripetitivi tra due punti fissi, dove il veicolo compie lo stesso percorso più volte. Per esempio, tra due hub o all'interno di cave e miniere. Se riusciremo a usare i camion autonomi in queste situazioni, gli autisti potranno essere trasferiti in lavori meno ripetitivi, che utilizzano meglio le loro competenze, come i trasporti che richiedono una frequente interazione con il traffico".
La tesi di Cuklev è che gli autisti non devono vedere la guida autonoma come una minaccia: "E se siete ancora scettici, considerate che tutte le previsioni indicano che la domanda di trasporto aumenterà. L'International Transport Forum ritiene triplicherà tra il 2015 e il 2050, a causa della crescita della popolazione, dello sviluppo del commercio elettronico e delle aspettative per consegne più rapide. Ciò significa che sempre più merci dovranno essere trasportate e che sarà necessario farlo con i camion". Aumenterà quindi la domanda di autisti qualificati e non solo: "L'automazione trasformerà la filiera logistica e creerà nuovi modelli di business, che a loro volta creeranno una serie di nuovi posti di lavoro in nuovi campi".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1036

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca