TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Indagine internazionale su frode al cronotachigrafo

E-mail Stampa PDF

Magistrati del Belgio e dei Paesi Bassi hanno avviato un'importante inchiesta sulla manipolazione dei sistemi di rilevazione delle ore di guida e della velocità dei camion. Software creato in Polonia e venduto in tutta Europa.


Belgio polizia controllo camionIn Europa circolerebbero migliaia di veicoli industriali con i cronotachigrafi manipolati con un software sviluppato in Polonia e venduto in tutto il continente. Questa è l'ipotesi su cui stanno investigando magistrati belgi e olandesi, dopo la scoperta di alcune manipolazioni identiche avvenuta a giugno in Belgio. La Polizia ha arrestato in fragrante un cittadino polacco che stava manomettendo alcuni cronotachigrafi in un'officina del Belgio, poi a luglio altri due installatori olandesi nei Paesi Bassi. Proseguendo l'indagine, gli inquirenti hanno scoperto che questo software era stato installato su altri veicoli d'imprese di autotrasporto del Belgio e dei Paesi Bassi e ritengono che altri camion con questo sistema stiano circolando sulla strade europee, grazie alla complicità di numerosi installatori di apparecchi.
L'indagine non è facile, perché secondo gli inquirenti questa manipolazione è quasi impossibile da rilevare nei controlli su strada usando gli attuali strumenti della Polizia. Infatti, gli inquirenti spiegano che stiamo assistendo a un'evoluzione nei sistemi di manomissione dei cronotachigrafi, che stanno trasmigrando dall'hardware (dalla semplice calamita alle più sofisticare schede elettroniche) a software installati nell'apparecchio. Per ora gli inquirenti non forniscono altre informazioni per non compromettere le indagini, che proseguono a livello internazionale.
Un allarme su questa evoluzione della manipolazione dei cronotachigrafi è stato già lanciato all'inizio del 2019 dall'ente olandese Inspectie Leefomgeving en Transport. In una nota del 2 febbraio, l'ente esprime addirittura il dubbio che il cronotachigrafo sia ancora uno strumento di rilevazione affidabile, aggiungendo che nel 2018 l'Ispettorato ha scoperto che un camion su sei tra quelli controllati mostrano una qualche forma di manipolazione. In questa percentuale ci sono sia i metodi più semplici da scoprire (calamita o uso di una carta tachigrafica di un'altra persona) sia quelli più sofisticati. Secondo l'ente, sono attivamente coinvolti nelle frodi non solo gli autisti, ma anche le imprese di autotrasporto e gli installatori, mentre le sanzioni sono sproporzionate rispetto ai guadagni che si ottengono violando i tempi di guida e di riposo. Perciò, il ministero dei Trasporti olandese sta valutando pene più severe, come il ritiro dell'autorizzazione al trasporto, della carta del conducente o quella dell'assistenza.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1617

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed