TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tre camionisti feriti dopo rissa nel piazzale

E-mail Stampa PDF

La sera di sabato 27 aprile 2019 un autista di nazionalità lituana è stato gravemente ferito da una sprangata nel parcheggio di una piattaforma logistica di Corteolona, in provincia di Pavia. I Carabinieri indagano su un suo collega russo. L'alcool in piazzale è anche un problema sociale.


Carabinieri autovettura anterioreI Carabinieri di Stradella stanno ricostruendo la dinamica della rissa tra autisti scoppiata verso le 22.00 di sabato scorso in un piazzale di Corteolona, in provincia di Pavia, che ha portato in ospedale tre persone. Il più grave è un autista lituano di 57 anni, colpito alla testa da una sprangata e ricoverato all'ospedale San Matteo di Pavia in coma farmacologico, mentre altri due suoi colleghi, un lituano e un russo, hanno ferite più lievi. Secondo una prima ricostruzione, la rissa avrebbe coinvolto sei o sette camionisti lituani e russi che stavano trascorrendo il fine settimana nel piazzale a causa del divieto di circolazione per i veicoli pesanti. Probabilmente c'è stata un'animata discussione, magari alimentata dall'alcool, passata poi alle mani e infine alla spranga. Per il grave ferimento dell'autista lituano, i Carabinieri sospettano di un suo collega russo. La ricostruzione non serve solo per dare un nome alle persone coinvolte, ma anche per stabilire i reati da ascrivere ai colpevoli, che spaziano dal tentato omicidio alla rissa e al porto s'armi improprie.
Tra le conseguenze di questi eventi, che capitano soprattutto nei fine settimana, non ci sono solo i feriti e i processi agli inquisiti, ma anche il fermo dei camion e dei loro carichi sino alla fine degli accertamenti. Ma questo è anche un problema sociale, legato all'elevato consumo di alcool da parte di alcuni autisti, soprattutto dell'Est, nelle lunghe attese causate dai divieti di circolazione. In alcuni casi, esso porta alle risse, in altri perfino a gravi incidenti stradali che possono avere esiti mortali. È quindi necessario che le Autorità trovino il modo di aumentare i controlli sia quando i veicoli sono fermi (magari applicando le norme sulle modalità di riposo settimanale in cabina), sia quando ripartono, per verificare che sia stato effettivamente smaltito tutto l'alcool ingerito nel giorno precedente.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1385

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed