TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Crescono le paghe degli autisti in Germania

E-mail Stampa PDF

Le aziende di autotrasporto tedesche cercano 45mila conducenti e molte di loro lasciano fermi i camion perché non hanno personale per guidarli. Secondo un consorzio d'imprese, gli stipendi possono raggiungere i 4000 euro lordi al mese.


Autista Actros autostrada autovetture MercedesDurante un convegno organizzato dal giornale tedesco DVZ nel novembre 2018, il presidente del consorzio di aziende di trasporto Elvis, Jochen Eschborn, ha affermato che la mancanza di autisti sta facendo crescere i salari, che stanno raggiungendo i 4000 euro lordi al mese. Ma nonostante ciò, gli autotrasportatori hanno difficoltà a trovare personale viaggiante perché i giovani non vogliono fare questo lavoro, mentre aumenta il numero di chi va in pensione. Eschborn ha aggiunto che il due percento dei veicoli delle flotte aderenti a Elvis, che sommano 17mila automezzi, è fermo perché mancano le persone per guidarli.
Il presidente ha anche stimato il costo della mancanza di autisti per un'impresa di autotrasporto con cento veicoli, 120 autisti e un fatturato di 15 milioni: 470mila euro l'anno. Tale cifra comprende sia la difficoltà di soddisfare la domanda di trasporto, sia i danni causati da autisti inesperti. Eschborn consiglia anche agli imprenditori di aumentare l'interazione con il personale e, soprattutto, il suo apprezzamento.
Proprio l'apprezzamento da parte dell'impresa è una delle principali richieste degli autisti, secondo un'indagine svolta dalla stessa Elvis. E non solo da parte dell'impresa: molti autisti intervistati vorrebbero che gli autotrasportatori investissero in azioni che migliorano l'immagine del camionista nell'opinione pubblica. Altre richieste sono una maggiore formazione e migliori rapporti con chi lavora in ribalta durante il carico e scarico. Bisogna tenere conto che questa indagine è stata svolta in Germania, un Paese che offre agli autisti migliori condizioni economiche rispetto all'Italia. Da noi ci sarebbe al primo posto la paga e la qualità del lavoro, intesa anche come rispetto delle regole sui tempi di guida e di lavoro.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 3961

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed