TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Chiesta la riapertura di un’inchiesta sulla morte di un camionista

E-mail Stampa PDF

I parenti di un autista che lavorava per un'azienda di produzione di latte della provincia di Mantova hanno chiesto alla procura di Brescia di aprire un'indagine sulla morte dell'uomo a causa di un incidente col camion. Non sarebbe stato un semplice colpo di sonno.


Giudice Martelletto Fotolia 71240213 XSAlle 4.30 del 15 luglio 2015 il camion guidato da Moussa Chakhsi era diretto a uno stabilimento per la produzione del latte dopo avere svolto la raccolta in diversi allevamenti della provincia di Mantova, quando il veicolo è uscito di strada e ha urtato violentemente il muro di cinta di una casa, senza neppure frenare, entrando nel giardino e fermandosi sul ciglio di una piscina. L'autista rimase incastrato nella cabina del veicolo e solo i Vigili del Fuoco riuscono a liberarlo, ma il conducente morì poco dopo per le ferite subite durante l'urto. Dopo una breve indagine, la procura di Mantova archiviò il caso sostenendo che era un incidente stradale causato da un colpo di sonno, ma il quotidiano Il Giorno racconta che a settembre 2018 la figlia dell'autista ha chiesto alla procura di Brescia di riaprire l'indagine per stabilire se l'incidente sia stato causato dal mancato rispetto dell'orario di lavoro e dal sovraccarico del veicolo. La richiesta segue la denuncia presentata dal figlio dell'autista subito dopo l'incidente alla Direzione Territoriale del Lavoro, sostenendo che il padre aveva lavorato 17 ore al giorno, soprattutto di notte, e con un solo giorno di riposo la settimana. Ora l'avvocato della famiglia chiede la nomina di un consulente che analizzi l'orario di lavoro di Chakhsi tramite la documentazione presso le aziende dove l'uomo ritirava il latte. Inoltre, i familiari sostengono che l'autocisterna aveva una portata massima di 14.350 chili e che durante l'incidente trasportava 15.754 litri di latte, ossia un peso superiore a 16 tonnellate.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1232

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed