TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sindacato Fao proclama sciopero autisti camion

E-mail Stampa PDF

Il sindacato di base dei conducenti federato a Slai Cobas annuncia uno sciopero nazionale dal 14 al 16 ottobre 2018 contro il rinnovo del CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni firmato dai confederali a dicembre 2017 e per sostenere la propria piattaforma contrattuale.


Koiné sciopero autisti FaoLo sciopero indetto dalla Federazione Autisti Operai inizierà alle 00.00 di domenica 14 ottobre fino alle 24.00 di lunedì 15 ottobre per i lavoratori adibiti normalmente al lavoro domenicale e per gli altri lavoratori aventi gli ordini di partenza consueti precedenti le ore 24.00 della domenica e dalle ore 00.00 di domenica 14 ottobre 2018 fino alle ore 24.00 di martedì 16 ottobre 2018 per i lavoratori aventi gli ordini di partenza consueti durante i giorni infrasettimanali. Il sindacato elenca in una nota i motivi e le rivendicazioni dello sciopero, che riportiamo testualmente.
"Perdurante atteggiamento di negazione da parte di numerose Aziende e di varie sezioni locali di importanti associazioni datoriali firmatarie (anche in contraddizione con altre sezioni locali) dei nostri diritti sindacali costituzionalmente e legittimamente riconosciuti ai lavoratori autisti di mezzi pesanti iscritti alla nostra organizzazione sindacale".
"Mancato accoglimento delle nostre richieste di cancellazione di talune norme vessatorie e anticostituzionali di estensione dell'orario di lavoro senza alcun rispetto della media massima settimanale persino prevista a RE 561/2006, attraverso
accordi aziendali, territoriali, provinciali e artigiani-quadro, peggiorativi del trattamento economico garantito a CCNL, attraverso un utilizzo generalizzato, aberrante ed anticostituzionale del D.Lgs.234/2007".
"Applicazione erga omnes di accordi di carattere privatistico e/o lobbistico, senza la necessaria adesione dei lavoratori (come CCNL 03-12-2018 con 34.000 lavoratori consultati su oltre 700.000), nonché per le seguenti rivendicazioni di modifica del CCNL in oggetto e della normativa".
"Abolizione dell'articolo11 bis, ed in subordine limitazione dell'articolo11 bis alla deroga di orario 58/61 ore (prevista sulla base di allucinanti norme vetuste del 1923 definite del tutto al contrario della realtà, della discontinuità) alle 53/53 ore e qualificazione precisa del diritto di partecipazione alle trattative sindacali ed ai diritti sindacali limitati dall'articolo19 SL per quelle organizzazioni sindacali che abbiano nominato RSA avendo almeno cinque lavoratori iscritti".
"Abolizione dell'articolo 11 comma 9, ed in subordine chiara esplicazione giuridica dell'articolo11 comma 9 inerente la impugnazione della clausola di decadenza semestrale che sia requisito per le vertenze di differenze retributive di
trasferta e straordinari esclusivamente per le aziende in cui sia vigente contratto aziendale ed esclusivamente per quei lavoratori che non lo abbiano impugnato allo scopo di impedire per sempre che continui lo spettacolo infernale ed intollerabile delle aree di servizio-carnaio umano".
"La definizione legislativa del divieto su tutto il territorio nazionale di pernottamento sui mezzi pesanti nelle aree autostradali e nella rete stradale nelle notti di sabato e di domenica".
"Allo scopo di ridurre la strage continua di autisti e cittadini e turisti nelle autostrade e nelle strade, l'obbligo di scheda tachigrafica senza altra ulteriore deroga all'uso dei dischi cronotachigrafi sui mezzi pesanti ed anche sui mezzi di trasporto merci di peso inferiore alle 7,5 tonnellate; il divieto di sorpasso in terza corsia autostradale per tutti i mezzi di trasporto merci esteso anche ai mezzi di trasporto merci di peso inferiore alle 7,5 tonnellate; il ritiro della patente per tre mesi senza deroga alcuna per i conducenti di mezzi di trasporto merci per chi supera i 90 km/h in autostrada e di oltre 10 km/h i limiti di velocità sulle altre strade e/o per chi per oltre un minuto mantenga in sorpasso il proprio mezzo di trasporto merci in seconda corsia autostradale; la penalizzazione a chi non fa rientrare in corsia un mezzo in sorpasso, la detenzione in carcere per sei mesi per quei titolari e/o dirigenti e/o dispatchers-disponenti di aziende che impongano, obblighino o ricattino con qualsiasi modalità i lavoratori conducenti dipendenti, allo scopo di pretendere da loro il superamento dei limiti di velocità, il lavoro con due tessere e/o con doppio e triplo disco e/o con calamita ed altri mezzi di alterazione dei dati cronotachigrafici".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1449

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed