TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Accordo sindacale su autisti Amazon in Lombardia

E-mail Stampa PDF

Il colosso del commercio elettronico ha firmato a maggio 2017 un accordo con Filt Cgil per applicare il contratto collettivo nazionale e ridurre il part-time agli autisti dei corrieri che operano per le piattaforme lombarde.


Amazon Prime donna pacchiDopo il presidio organizzato davanti alla piattaforma logistica situata in provincia di Varese, le trattative aperte nella giornata di giovedì 11 maggio 2017 hanno avuto un esito positivo per i lavoratori delle aziende e delle cooperative che prestano servizio all'interno dei magazzini Amazon tra Origgio (Varese) e Milano. Filt Cgil e il colosso americano hanno trovato un'intesa per l'applicazione del contratto collettivo nazionale Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni nei confronti dei corrieri esterni attivi nella principale area di smistamento degli ordini per la Lombardia.
Tutto nasce dalle denunce effettuate dal sindacato a seguito di segnalazioni ricevute da decine di autisti gestiti dalle società che lavorano con Amazon attraverso il meccanismo dei subappalti: secondo fonti sindacali, ci sono almeno tre livelli tra la multinazionale e chi effettivamente si occupa della consegna delle merci. I sindacati precisano che nella complessa filiera degli impianti si diffondono le maggiori irregolarità: eccessivi orari di lavoro (fino a 14/15 ore al giorno), mancato riconoscimento delle ore di straordinario, non applicazione del contratto nazionale e un uso sproporzionato di lavoro part-time.
Con l'accordo raggiunto a maggio, oltre al rispetto del CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni, le parti hanno individuato un livello contrattuale adeguato al tipo servizio prestato e firmato un impegno a portare i contratti part-time alla giusta percentuale sancita – a livello collettivo nazionale – per il settore. Inoltre, i rapporti di lavoro a tempo determinato saranno trasformati a tempo indeterminato, con il vincolo immediato di ridurre il frazionamento dei lavoratori nelle varie cooperative, in modo tale da limitare i soggetti operanti nella stessa rete di appalto.

Davide Debernardi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 2423

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed