TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Mercedes svela nuovo camion medio Atego

E-mail Stampa PDF

IMG 20130313 121853-821171358Mercedes Benz ha svelato il nuovo veicolo industriale medio Atego, che rappresenta l'ultimo tassello del programma di rinnovo legato all'introduzione dei motori Euro 6. La nuova generazione mostra una cabina completamente ridisegnata, una robusta introduzione di equipaggiamenti elettronici già visti sui pesanti Actros e Antos e una linea di motori Euro 6 a quattro e sei cilindri. Offerto anche il cambio automatizzato Powershift 3.

Mancava solamente il medio leggero Atego per completare il panorama della generazione Euro 6 della Mercedes-Benz e la rivelazione è avvenuta il 13 marzo 2013 all'interno dello stabilimento di Woerth del costruttore tedesco. Nell'ambito della distribuzione, l'Atego si affianca al nuovo Antos: mentre quest'ultimo è stato progettato per le attività più impegnative in termini di portata e raggio operativo, il primo è disegnato per le attività nel breve raggio e in ambito urbano, con peso complessivo da 6,5 a 16 tonnellate. I principi progettuali, però, restano uguali per l'intera famiglia: cabina con un design innovativo e con un equipaggiamento elettronico all'avanguardia, una catena cinematica che offre una riduzione di carburante (fino al cinque percento in meno rispetto al predecessore, afferma Mercedes) e un'elevata allestibilità. Un altro elemento centrale per questa gamma è la compatibilità ambientale, perchè l'Atego opera in contesti urbanizzati.

Il disegno esterno della cabina riprende le linee della nuova generazione Mercedes-Benz, caratterizzata dalla griglia anteriore forata e dall'impostazione solida e razionale. Il paraurti è diviso in tre elementi, per facilitare la sostituzione in caso di rotture e nella parte centrale si apre una pedana per pulire il parabrezza. La cabina ha sospensione a quattro punti, che la rende più confortevole della precedente. L'accesso è facilitato dalla ridotta distanza da terra del pavimento della cabina e dagli ampi gradini. IMG 20130313 123311-1796876365All'interno, il posto di guida ha un'impostazione semiavvolgente analoga ai pesanti, anche se in dimensione ridotta. Ha un volante multifunzione, computer di bordo con FleetBoard, cambio manuale a tirante con leva sulla plancia. Mercedes ha anche perfezionato il sistema di sterzata, che ora è più preciso e meno faticoso. Il nuovo telaio, inoltre, offre un migliore comportamento di marcia, grazie ad interventi effettuati anche sul ponte posteriore ed ereditati dal pesante Actros.

Il nuovo Atego monta due motori Mercedes a quattro e sei cilindri della serie BlueEfficenty Power, progettati per rispondere alla normativa Euro 6. Essi hanno, rispettivamente, cilindrata di 5,1 e 7,7 litri e sono caratterizzati da un sistema ad iniezione diretta common rail. Il primo è tarato con potenze da 156 a 231 CV, con una coppia massima che può raggiungere i 900 Nm, mentre il secondo ha potenze da 240 a 299 CV, con coppia massima che raggiunge i 1200 Nm. Mercedes ha allungato gli intervalli di manutenzione fino a 120mila chilometri, nelle attività di lunga distanza. Per soddisfare i limiti di emissione imposti dall'Euro 6, questi motori utilizzano la combinazione tra la riduzione catalitica SCR, il riciclo dei gas di scarico EGR e filtro antiparticolato.

Ai motori si connettono scatole del cambio manuali a sei, otto e nove rapporti. In particolare, l'Atego è l'unico modello della sua categoria che offre un cambio ad otto rapporti. Mercedes adotta per il nuovo medio anche il cambio automatizzato Powershift 3, che abbiamo già visto nella gamma pesante. Questa soluzione sarà fornita di serie in Germania ed in alcuni mercati. Il cambio automatizzato consente d'implementare funzioni come la guida economica ed Ecoroll, che fa marciare i veicolo in folle durante le discese. Nell'impianto frenante, l'Atego utilizza il sistema di stabilità Stability Control System e può montare (unico della categoria) il rallentatore a magnete permanente, che secondo Mercedes riduce l'usura dei freni fino al 60%.

I sistemi per soddisfare i limiti Euro 6 comportano un peso supplementare, che in questo segmento è un fattore critico. Per ridurre la tara, i progettisti hanno lavorato sull'intero telaio, alleggerendo gli elementi. Inoltre, hanno creato una versione particolarmente leggera, operando per esempio sulle balestre o utilizzando cerchi in lega. Grazie a queste soluzioni, il nuovo Atego Euro 6 pesa solo da 53 a 90 kg in più rispetto alla generazione Euro 5.
La gamma del nuovo Atego è molto ampia e flessibile. Comprende quattro cabine con dimensioni diverse, ma tutte larghe 2,3 metri. Il telaio offre 15 passi (da 3020 a 6260 mm) e la possibilità di una versione a trazione integrale. Complessivamente, l'Atego presenta 42 configurazioni, con massa complessiva da 6,5 a 16 tonnellate.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter bisettimanale con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 5567

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca