TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Europarlamento cambia le cabine dei camion

E-mail Stampa PDF

Cabina aerodinamica musetto disegnoNella seduta del 26 marzo 2019, il Parlamento Europeo ha approvato l'obbligo di funzioni avanzate per individuare pedoni e ciclisti anche nelle aree ora non coperte dagli specchi retrovisori. Via libera all'allungamento delle cabine per ridurre i consumi e aumentare la sicurezza.


Oggi, il Parlamento europeo ha votato alcuni importanti provvedimenti per aumentare la sicurezza e ridurre l'impatto ambientale dei veicoli industriali. Per quanto riguarda la sicurezza, gli europarlamentari hanno approvato l'obbligo d'installare sui veicoli industriali e sugli autobus, entro novembre 2025, dispositivi che permettano al conducente s'individuare pedoni e ciclisti anche negli angoli ciechi degli attuali specchi retrovisori. Tra questi ci sono sensori che lanciano un allarme anti-collisione in cabina o telecamere che permettono di coprire gli angoli ciechi. Già oggi alcuni produttori offrono questi sistemi (tra cui le telecamere al posto degli specchi retrovisori) come accessori o addirittura come equipaggiamenti standard. Secondo le statistiche europee, ogni anno i veicoli industriali causano quattromila morti sulle strade, di cui mille sono pedoni o ciclisti.
Gli eurodeputati hanno approvato anche la norma che permette di aumentare la lunghezza massima dei veicoli industriali fino a 90 centimetri, ma solo con lo scopo di aggiungere appenditi aerodinamiche anteriori o posteriori che riducono i consumi di carburante. Per esempio, potranno nascere cabine con un muso anteriore e con parabrezza più ampi. Queste soluzioni servono anche per aumentare la visibilità o per "deviare" pedoni o ciclisti eventualmente investiti, riducendo i danni. Inoltre, potrà aumentare lo spazio dell'abitacolo. L'allungamento non potrà però essere usato per aumentare lo spazio utile per il carico. Le nuove regole sulle dimensioni dei veicoli industriali entreranno in vigore il 1° settembre del 2020, anche se per ora non si sono visti progetti di cabine con questa nuova soluzione.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 4362

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed