Semirimorchi frigo ad azoto liquido

Stampa

AlLamberet Bluezee rifornimento Transpotec 2019, Lamberet ha esposto un semirimorchio con tecnologia Blueeze, che riduce la tara e l'impatto ambientale dell'autotrasporto a temperatura controllata.


Dopo avere svelato allo Iaa di Hannover la sua tecnologia Blueeze, che sfrutta l'azoto liquido di Air Liquide, Lamberet ha consegnato i primi cento semirimorchi che la utilizzano tra novembre e dicembre 2018 in Francia. Al Transpotec di Verona, il costruttore francese ha portato per la prima volta il Blueeze in Italia. Il nuovo sistema raffredda l'aria del vano di carico tramite uno scambiatore alimentato con azoto liquido, immagazzinato a -195° in uno speciale serbatoio. Contrariamente alla tecnologia a iniezione diretta, Blueeze funziona in maniera indiretta: l'azoto non è mai in contatto con l'interno della furgonatura, assicurando un funzionamento in totale sicurezza.
La soluzione Blueeze, completa e integrata, è semplice da utilizzare. La presa di carica dispone di due connessioni di aspirazione e di riempimento. Il serbatoio da 950 litri per il semirimorchio si trova in posizione centrale mentre quello per la motrice, con capacità pari a 650 litri, è posto lateralmente. In aggiunta, i pannelli isolanti in materiale composito delle furgonature Lamberet evitano la dispersione, riducendo quindi il bisogno di produzione del freddo e prolungando l'autonomia dell'insieme, senza dimenticare la notevole riduzione del peso a bordo. L'alimentazione è elettrica con due batterie a gel 24V per funzionamento autonomo, alimentazione in marcia con 24S N°4 e/o 15 N° 9 e connessione rete elettrica a 230V. Tutto il circuito è garantito sottovuoto grazie al passaggio delle tubazioni all'esterno, con protezione contro l'urto. Gli evaporatori, fino a tre e con taglie differenti (s, m e l, ovvero s+m), hanno il sensore dell'ossigeno integrato.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: