Frigo per autotrasporto isotermico ecosostenibile

Stampa

Transpotec 2019 frigo MitsubishiAl Transpotec 2019, Mitsubishi Heavy Industries Thermal Transport Europe ha presentato il gruppo frigorifero per semirimorchi TFV150, che usa un motore Stage V e gas R410A.


Mitsubishi Heavy Industries Thermal Transport Europe, società del gruppo di Mitsubishi Heavy Industries, ha iniziato a settembre del 2018 l'attività di supporto alla vendita e gestione ricambi per il mercato europeo. Al Salone di Verona, la società giapponese ha esposto il gruppo TFV150, nuovo modello per semirimorchi, silenzioso (65dB) e a basso impatto ambientale, grazie alla nuova motorizzazione Stage V e all'utilizzo di gas R410A. Il gruppo dispone anche di un pacchetto telematico di gestione e controllo. Allo stand Mitsubishi abbiamo visto anche il TU100SAEM, un frigorifero sottotelaio multitemperatura per motrici e rimorchi, dall'ingombro contenuto e dalla capacità di controllo sincrono delle temperature nei singoli vani. Può equipaggiare veicoli fino a tre compartimenti differenti. Anch'esso è dotato della motorizzazione stage V dal basso impatto ambientale.
Per la distribuzione urbana, Mitsubishi propone il TE30GAE, concepito per eliminare il compressore accoppiato al motore del mezzo, utilizzando batterie, inverter e alternatore. In questo modo, il gruppo frigorifero riduce il tempo di abbattimento delle temperature all'interno del vano di carico e permette il funzionamento anche a veicolo spento, durante le consegne frazionate. Un'applicazione reale è già in circolazione in modalità sperimentale operativa su furgoni Mercedes Sprinter.
L'uso dei frigoriferi completamente elettrici della serie TE, alimentati dal gas refrigerante R410A ecologico, riduce l'inquinamento da particolato e le emissioni di CO2, diminuendo i costi di manutenzione e soddisfa i requisiti urbani, perché molto silenziosi. Essi offrono l'intera capacità refrigerante indipendentemente dal regime del motore del veicolo. Sono infatti alimentati da batterie autonome, collegate all'alternatore installato nel vano motore del veicolo. Durante la marcia su strada, le unità frigo elettriche usano automaticamente l'alimentazione dell'accumulatore aggiuntivo, senza consumare quindi carburante del veicolo.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: