TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Daimler lascia il platooning e investe sulla guida autonoma

E-mail Stampa PDF

Freighliner cascadia 2019 strada UsaAl Salone dell'elettronica Ces la multinazionale automotive annuncia un investimento di 500 milioni di euro nell'automazione del camion ma non crede nei benefici del platooning. Negli Usa presenta un Cascadia semi-automatico.


Per la prima volta, il Gruppo Daimler ha partecipato alla principale fiera dell'elettronico, il Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas lo ha fatto con tre importanti annunci. Il primo riguarda l'investimento di ben 500 milioni di euro per lo sviluppo dei veicoli industriali a guida autonoma di Livello 4, un settore dove creerà duecento posti di lavoro. Il Livello 4 (su cinque codificati per la guida autonoma) e quello definito di "alta autonomia", perché permette di svolgere un viaggio completo senza intervento dell'autista ma solo in determinate condizioni, come per esempio aree predeterminate o velocità limitata. Attualmente non esistono veicoli in commercio di tale livello, che secondo il Gruppo tedesco offre elevate prestazioni in sicurezza, efficienza e competitività nell'ambito dell'autotrasporto delle merci. E proprio per sviluppare un camion di Livello 4 saranno creati i nuovi duecento posti di lavoro, soprattutto nella meccatronica e nella robotica, con competenze nella IT e nella programmazione. Daimler svilupperà il camion autonomo in tre poli: nella sede di Stoccarda, a Bangalore (India) e nel nuovo Automated Truck Research & Development Center di Portland (Usa).
Se Daimler crede fermamente nel futuro del camion a guida autonoma, al Ces ha dichiarato il suo scetticismo nel platooning, ossia nei convogli di veicoli industriali dove il primo automezzo è guidato da un autista e gli altri lo seguono in modo automatico. Questo è il secondo importante annuncio del costruttore tedesco, che sta provando il platooning da alcuni anni, soprattutto negli Stati Uniti. "I risultati mostrano che il risparmio di carburante, anche nelle migliori condizioni di platooning, sono minori di quanto ci aspettavamo e questi risparmi sono ridimensionati quando il convoglio si disconnette e i suoi veicoli devono accelerare per riconnettersi", spiega Daimler in una nota, precisando che comunque continuerà a partecipare ai progetti già avviati.
Il terzo annuncio riguarda la commercializzazione negli Stati Uniti di un camion a guida automatica di Livello 2, ossia con assistenza alla guida avanzata. È la nuova generazione del pesante Freightliner Cascadia, che monta l'Active Drive Assist, lo stesso sistema di assistenza presentato nella nuova generazione del Mercedes Actros e del Fuso Super Great. Questo sistema permette al veicolo di accelerare, frenare e sterzare in modo autonomo nelle situazioni di pericolo.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1275

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed