TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Gru Fassi per perforazione a Geofluid

E-mail Stampa PDF

Alla 22a edizione della fiera dedicata alle attività estrattive ha partecipato anche il Gruppo bergamasco con due unità di sollevamento che si possono montare su attrezzature da perforazione.

Geofluid 2018 Fassi F95
"Era dal 2010 che non partecipavamo a questa manifestazione", esordisce Mauro Della Casa a capo del mercato Italia del Gruppo bergamasco. "Ma da alcuni anni fra acquisizioni di altre società (specializzate nelle gru da legname, ndr) e nuovi modelli per entrare in altri mercati di nicchia stiamo allargando molto la nostra offerta e i nostri listini, per offrire nuove soluzioni tecniche per diverse attività. Geofluid è anche un'ottima occasione per allargare il bacino di contatti fra fornitore di accessori e produttori di grandi attrezzature per drilling".
È il caso delle gru presentate in fiera a Piacenza in collaborazione con il concessionario Fassi Emilia: una F95AF.022 e su cingoli una JF40: "Sono gru progettate per essere montate su attrezzature da perforazione che montano il sistema a doppia canna", spiega Della Casa. La doppia cremagliera contrapposta aumenta il tiro, la coppia di rotazione, senza mandare fuori giri la pressione. L'F95 così preparata è la gru per lavorare fuori asse su terreni scoscesi. In pratica, può lavorare 'fuori' anche di 10 gradi e può quindi spostare in rotazione il carico senza diminuire la portata e la velocità. L'F95 ha uno sbraccio di 8,10 metri e un angolo di rotazione di 390°, con un peso di 1.045 chilogrammi. Il modello su cingoli ha una portata massima di 2.500 chili, uno sbraccio di quasi 6 metri e la rotazione a 330° in tutto con una tara di 1.500 chili.
L'edizione 2018 di Geofluid segna i quarant'anni di questa manifestazione dedicata alle aziende, e non sono poche quelle italiane e proprio legate al bacino del Po, che trattano perforazioni, estrazioni, geotermia e costruzioni di dighe e opere idrauliche. Suddivisa nei settore Geotech, Geotunnel, Geocontrol e Geofluid Green, questa manifestazione ha accolto su 24mila metri quadrati quasi 400 espositori, di cui circa 250 italiani e oltre 10mila visitatori.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 784

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed