TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Anteo presenta il programma del 2018

E-mail Stampa PDF

Il costruttore di sponde montacarichi per camion chiude il 2017 con una crescita del 5 per cento con un Ebitda al 9,5 per cento e punta a portare oltre i 30 milioni di euro di fatturato nei prossimi anni.

Anteo sponda camion chiusaPer il 2018, Anteo punta a nuovi obiettivi: riduzione del peso delle sponde per un abbattimento del consumo di carburante, minore inquinamento, più portata per il veicolo e tempi di montaggio sempre più ridotti. Per questo, già dai primi mesi del 2018, la società prevede alcune implementazioni nel processo produttivo degli stabilimenti di Molinella in provincia di Bologna che si affiancheranno alla linea robotizzata inaugurata nel 2017. Da una parte prenderà vita un nuovo centro di lavoro per la fresatura dell'alluminio; dall'altra saranno installate due linee produttive create per ridurre i tempi di montaggio e di installazione delle sponde.
L'obiettivo è offrire sempre di più un prodotto di qualità, altamente affidabile, in grado di assicurare profitti al cliente. La saldatura sarà verticale e non più orizzontale, garantendo massima efficienza e precisione di esecuzione. La particolare struttura delle nuove linee di montaggio permetterà di proseguire la lavorazione in modo automatico, anche in assenza degli operai.
In Italia, oltre a un responsabile commerciale e a un service interno all'azienda, sono presenti undici agenti e un centinaio di punti di assistenza indipendenti dislocati in tutte le regioni. All'estero, la presenza di Anteo è assicurata sia attraverso importatori indipendenti che hanno un contratto di distribuzione, sia attraverso una nostra rete vendita diretta come in Francia, Inghilterra e Olanda. In questi tre Stati si forniscono direttamente i prodotti dalla sede centrale a carrozzerie che si occupano della rivendita e installazione a clienti locali. Oltre alla rete vendita sono presenti in ogni Paese un'azienda indipendente incaricata dei servizi di assistenza e distribuzione ricambi.
In Europa in Gruppo si sta muovendo bene e in alcune nazioni come appunto Francia, Inghilterra, Olanda, Spagna e i paesi dell'Est Anteo è sempre più presente. In Germania il percorso è un poco più lento, è più difficile emergere e considerando che dei sete grandi costruttori di sponde in Europa, ben cinque sono tedeschi è facile comprendere la ragione per cui Anteo faccia una certa fatica a imporsi. Per quanto riguarda il Nord America, per il 2018 Anteo punta a consolidare il mercato canadese e statunitense dove da due anni è presente con due importatori. In Medio Oriente, Sud Africa, Singapore, Australia e Nuova Zelanda la presenza del marchio italiano è molto forte con una quota di mercato del 40 per cento.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1056

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed