TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Nuovo semirimorchio ribaltabile D-Tec

E-mail Stampa PDF

La D-Tec, gruppo olandese di Gerrit Van Vlastuin, importato da anni in Italia dalla Multitrax della famiglia Maggi, allarga i propri orizzonti e propone al mercato un rivoluzionario ribaltabile con assi sterzanti in contro fase e telaio a trave centrale.

Il nuovo ribaltabile dedicato soprattutto al trasporto agricolo ha un sistema di sterzo ideato dalla D-Tec che offre un aumento della manovrabilità, ideale in terreni sconnessi e con limitato spazio di manovra, mentre il telaio monoasse dona più stabilità e meno torsioni. È dieci volte più rigido, ma essendo costruito con nuovi acciai alto-resistenziali della Ssab è anche più leggero.
Ciò offre più sicurezza dato che  diminuisce il rischio di ribaltamenti, anche in un ambiente agricolo in cui il suolo è spesso meno livellato. Inoltre la pressione sul terreno (data dagli pneumatici), come l'usura dei pneumatici diminuisce. Il volume è di 47 metri cubi, per una tara di 8200 chili, ma a breve saranno a listino taglie consone, più in uso, ai mercati di importazione.
"Lo presenteremo alla fiera Agritechnica di novembre (dal 12 al 17) di Hannover", dice Van Vlastuin. "È la più importante manifestazione del settore d'Europa ed è un ottimo trampolino di lancio". "In Italia lo avremo l'anno prossimo, entro la primavera", soggiunge Alberto Maggi, "insieme anche al nuovo portacontainer allungabile della gamma S Line". Van Vlastuin aggiunge che "stiamo allargando le nostre gamme e la loro diffusione per generare più occupazione e stiamo sempre di più entrando in segmenti specialistici per capire come aumentare i nostri numeri".
Il Gruppo nato nel 1959, e rilevato da Van Vlastuin nel 2006 ha lanciato nuovi mezzi come i tank container nel 1987 e i portacontainer nel 1993, gamme sempre importate in Italia dalla Multitrax di Cremona. Attualmente ha un fatturato, in crescita, di 60 milioni di euro, utilizza 250 dipendenti in una sede, a Kesteren, a una ora da Amsterdam, destinata ad ampliarsi entro un anno in tre nuove zone destinate ai nuovi ribaltabili e alle saldature robotizzate. "In due anni arriveremo a installare quindici nuovi robot e assumere il dieci percento in più di operai", spiega il presidente.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1637

Camionsfera TV

Banner Trasporto Online 180x250 marzo 2016

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed