TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Felb sospende un treno tra Italia e Cina

E-mail Stampa PDF

L'operatore intermodale controllato dalle ferrovie russe Rzd continuerà comunque a operare nel nostro Paese tramite lo hub tedesco di Duisburg. Chiude anche la filiale italiana.


Cina Felb treno container altoIl servizio ferroviario merci diretto tra Chengdu e Melzo, che avrebbe dovuto rappresentare un segno tangibile di quello che potrà essere la Nuova via della seta – è stato sospeso dopo poche settimane dal suo avvio, avvenuto a fine gennaio 2019. La conferma arriva direttamente dagli uffici austriaci di Felb (Far East Land Bridge), l'operatore Mto emanazione delle ferrovie russe Rzd che lo scorso autunno aveva effettuato con successo un primo test sperimentale e a inizio anno aveva annunciato l'avvio di quello che, secondo le intenzioni, avrebbe dovuto essere inizialmente un collegamento regolare con frequenza quindicinale e successivo aumento a settimanale. La capacità del treno era di 40 container e il transit time poco superiore a due settimane per coprire una distanza di circa 10mila chilometri attraversando Kazakistan, Russia, Bielorussia, Polonia e Austria, prima di raggiungere l'Italia.
"Teniamo a rassicurare sul fatto che Felb è ancora e sarà presente sul mercato italiano, che per noi è molto importante", premette Alexander Mironow, direttore marketing di Felb Austria. "Proprio per l'importanza di questo mercato avevamo avviato un treno pilota diretto fra Italia e Cina ma ancora oggi offriamo connessioni fra questi due Paesi via Duisburg e siamo presenti sul mercato italiano con il nostro nuovo rappresentante commerciale Sergio González". Implicitamente confermata, dunque, anche la notizia che la controllata Felb Italia, che aveva un proprio ufficio a Milano, ha chiuso i battenti, così come hanno trovato fondamento le indiscrezioni che davano per certa l'uscita dall'azienda del responsabile per il mercato italiano Nicola Cavasin (al vertice fin dall'apertura nel nostro Paese avvenuta nel 2016), nel frattempo accasatosi in Rail Cargo Group.
Di fatto quindi la società controllata dalle ferrovie russe non si ritira completamente ma ridimensiona le proprie risorse dedicate all'Italia, che sarà ora servita dalla Cina (con un transit time di poco superiore ai venti giorni) con trasbordo in Germania, a Duisburg, e collegamento da e per Busto Arsizio (Varese) grazie al network dell'operatore intermodale Hupac.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 920

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed