TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Camion nel mirino della criminalità

E-mail Stampa PDF

Rapinatore impugna pistola Fotolia 169845834 XSIl TT Club e Bsi hanno redatto un rapporto sui furti e le rapine nel trasporto e nella logistica in tutto il mondo. Per quanto riguarda l'Europa, la gran parte degli attacchi avviene nei confronti dei veicoli industriali.


L'anello debole della catena logistica europea resta il camion, che è l'obiettivo di quasi tutti gli attacchi dei criminali. Infatti, secondo la ricerca svolta da TT Club e dalla società di consulenza Bsi, solo il 4% di tutti i furti e rapine di merci in Europa avviene all'interno di piattaforme logistiche, mentre i resto avviene, in diverse forme, lungo la strada o nei parcheggi. E tra i furti sui camion (o dell'intero veicolo), la tecnica più diffusa (che copre il 50% dei casi) è il taglio del telone mentre il veicolo è in una sosta lunga, con asportazione della merce. Una statistica che spinge i relatori a ritenere che la principale causa dei furti nel continente è la mancanza di parcheggi sicuri.
Secondo i ricercatori, imporre orari di guida e di riposo agli autisti senza dotarli di un numero sufficiente di aree di sosta recintate e sorvegliate spinge migliaia di veicoli a sostare ogni notte in situazioni che facilitano il lavoro dei ladri, agevolati anche dalla diffusione degli allestimenti centinati. È invece basso a livello continentale il sequestro del veicolo e in questo caso la ricerca sottolinea che il Paese dove il fenomeno è più diffuso è l'Italia. Viceversa, l'elevato livello di sicurezza dei magazzini mantiene bassa la percentuale degli assalti a queste strutture. La ricerca mostra anche che i giorni della settimana in cui avvengono più furti sono quelli centrali, ossia mercoledì, giovedì e venerdì, mentre la domenica è quello con il minor numero di casi.
Le merci più rubate sono alcool e tabacco (21%), seguiti dai prodotti di consumo (15%), dalle bevande e alimenti (10%), dall'abbigliamento (7%) e dai prodotti elettronici (6%). Il rapporto stabilisce anche la percentuale dei furti per Paesi europei, anche se non riteniamo questo dato affidabile perché dipenden molto dalla precisione trasparenza delle informazioni fornite dalle Autorità locali. Infatti, secondo il rapporto ben l'86% dei casi avviene in Gran Bretagna, mentre in Germania si segnala solo il 4% e in Italia il 3%.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 948

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca