TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Contship Italia punta sull’Egitto

E-mail Stampa PDF

Damietta terminal containerLa società terminalista ed Eurogate hanno firmato un accordo con l'Autorità portuale di Damietta per realizzare un nuovo terminal container, un retroporto e una ferrovia.

 


Contship Italia ed Eurogate, i due bracci operativi del gruppo Eurokai rispettivamente in Sud e in Nord Europa, vogliono incrementare la propria presenza in Nord Africa. Dopo il Marocco, dove le due aziende sono già insediate presso il porto di Tanger Med, i prossimi nuovi investimenti saranno rivolti in Egitto, più precisamente nel porto di Damietta. Il ministero dei Trasporti egiziano ha infatti annunciato la firma di un protocollo d'intesa tra l'Autorità portuale di Damietta, Eurogate e Contship Italia (alla presenza di Thomas Ekcelmann e Cecilia Battistello) per l'istituzione di quello che viene definito "il più grande sistema logistico in Medio Oriente e Africa" che comprenderà un nuovo terminal container, una linea ferroviaria dedicata e un retroporto per l'inoltro e la distribuzione dei carichi. In totale si parla di un investimento totale di 750 milioni di euro solo nella sua prima fase e volto a sviluppare l'economia egiziana e aumentare la competitività dei porti nazionali.
"Il progetto contribuirà a rendere Damietta Port un hub nel Mediterraneo orientale, ad aprire nuovi mercati per le esportazioni egiziane operando servizi di trasporto via mare diretti e incrementare la competitività dei paesi con prodotti industriali simili", spiega il dicastero egiziano dei Trasporti. In generale la visione di questo ambizioso progetto infrastrutturale comprende la creazione di un corridoio logistico integrato di cui faranno appunto parte un terminal container e un porto secco collegati attraverso la ferrovia. Nello stesso scenario sono inclusi anche gli altri scali marittimi egiziani e le principali aree produttive del Paese. Il percorso di questo piano prevede il completamento del relativo studio di fattibilità e lo sviluppo del modello di business entro quattro mesi, dopo il quale inizierà l'implementazione e il completamento dell'intero impianto per arrivare entro fine 2022 a un'attivazione seppure parziale del nuovo sistema logistico.
Il porto di Damietta sorge sulla costa mediterranea, a dieci chilometri a ovest del Nilo e a 70 chilometri da Port Said. Il terminal container attualmente operativo ha un molo lungo mille metri e con fondale di 15,5 metri, dove può accogliere portacontainer fino a 14mila teu.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1100

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca