TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Unione Europea finanzia sei progetti italiani

E-mail Stampa PDF

Europa bandiere UEA dicembre 2017, la Commissione Europa ha annunciato fondi Cef per progetti che riguardano lo hub portuale Ravenna, le autostrade del mare, il gas naturale e le ferrovie.


Autostrade del mare, il pacchetto Gainn_it (finalizzato alla realizzazione del network portuale nazionale del Gnl), il porto di Ravenna (con il suo progetto di Hub portuale) e Mercitalia Rail sono alcuni dei destinatari della nuova tornata di finanziamenti annunciata dalla Commissione Europea come parte del programma Cef (Connecting Europe Facility).
Bruxelles ha messo sul piatto un miliardo di euro e per la prima volta hanno contribuito oltre al fondo Cef anche la Bei, gli istituti nazionali di promozione (per l'Italia, Cassa Depositi e Prestiti) e alcune banche private. Secondo la Commissione, questo stanziamento dovrebbe favorire investimenti per complessivi 4,5 miliardi fino al 2030, tra cofinanziamento del pubblico e finanziamenti privati.
La tornata 2017 del pacchetto supporterà 39 progetti nel settore dei trasporti (ne erano stati presentati 68, per una richiesta complessiva di 2,2 miliardi). Per l'Italia, quelli scelti sono sei, su sette presentati. Tra questi, una voce è quella del Ravenna Port Hub, progetto che riceverà circa 37 milioni di euro, pari al 20% del totale dei costi ammissibili. La locale Autorità di Sistema Portuale ha comunicato che il finanziamento sarà ratificato già entro fine anno nel corso della riunione del Comitato di Coordinamento degli Stati membri.
Passando a Gainn_it - piano concepito nel 2014 con il progetto Costa e sperimentato in Gainn4Mos, Gainn4Core e Gainn4Med - riceverà finanziamenti per i suoi progetti Gainn4Mid e Gainn4Sea. Il primo, cui sono destinati 2,6 milioni di euro, ha lo scopo di sviluppare l'infrastruttura mobile per il rifornimento di Gnl nel bacino tirrenico nel periodo 2019-2023, "mettendo a sistema quanto in via di realizzazione nell'area, incluso l'impianto di stoccaggio di Oristano e i prototipi del team italo-franco-spagnolo-portoghese di Gainn4Mos". Con Gainn4Sea, destinatario di 14,3 milioni di euro, invece, l'obiettivo è passare alla fase realizzativa dei due impianti costieri di stoccaggio di Livorno e Venezia, "al momento i più maturi del progetto (interamente italiano) Gainn4Core".
Nessuna comunicazione ufficiale è arrivata al momento dagli altri beneficiari dei finanziamenti, la cui identità pertanto al momento resta incerta (la Commissione non la precisa), così come non sono noti i dettagli o lo scopo dei progetti. Se alla voce "Rail Freight Strengthening Project - Retrofitting of MIR loco E405/E412 with ETCS/ERTMS L2 Baseline 3" sembra di poter individuare senza troppe difficoltà un cofinanziamento (da 6,150 milioni, il 50% del totale) a Mercitalia Rail per l'upgrade dei locomotori E405/E412, risulta di interpretazione meno ovvia la dicitura "BClink: MoS for the future" nella categoria delle Autostrade del mare (che riceverà complessivamente 4,3 milioni di euro su 6,2 richiesti, con una copertura pari al 20,14 dei costi ammissibili). Il fatto però che il progetto sia citato sia nella scheda relativa all'Italia (con un finanziamento di 2,2 milioni) sia in quella relativa alla Spagna (con i restanti 2,1) permette di ipotizzare si possa riferire allo sviluppo dei collegamenti tra Barcellona e Civitavecchia, oggi operati dal gruppo Grimaldi di Napoli.
Un finanziamento di 4 milioni sarà infine assicurato al "lato italiano" del progetto Central Europe Ultra Charging, cui la Commissione destina complessivamente 12,3 milioni (su 13 richiesti). Il progetto, stando ad alcuni documenti presenti on line, pare riferirsi alla realizzazione di 118 stazioni Ultra-Fast Charging per la ricarica di veicoli elettrici lungo le autostrade e oltre all'Italia coinvolgerà anche Austria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Bulgaria e Romania.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 2007

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed