TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Iveco investirà nel camion elettrico a idrogeno

E-mail Stampa PDF

Il 3 settembre 2019, il costruttore di veicoli industriali ha annunciato una collaborazione strategica con la statunitense Nikola, che sta sviluppando un trattore stradale elettrico. Si apre così la porta al mercato europeo per il veicolo a zero emissioni.


Nikola tre rendering stradaCnh Industrial, holding cui appartiene Iveco, ha annunciato oggi una collaborazione strategica con la società statunitense Nikola Motor Company, fondata nel 2014 per progettare e costruire veicoli industriali pesanti a trazione completamente elettrica. In una nota, Cnh spiega che investirà 250 milioni di euro, di cui 100 milioni in contanti e 150 in servizi (che consistono nella ricerca, ingegneria di fabbricazione, fornitura di componenti e altre attività di assistenza tecnica). Questa collaborazione comprenderà anche il costruttore di motori Fpt Industrial, sempre del Gruppo Cnh (almeno fino al 2021, quando Iveco e Fpt formeranno una società autonoma). L'investimento di Cnh contribuirà ad accelerare lo sviluppo dei due trattori stradali elettrici alimentati con celle a combustibile Nikola Two (per gli Stati Uniti) e Nikola Tre (per l'Europa). La nota aggiunge che "Nikola contribuirà con le proprie tecnologie a una joint venture europea con Cnh Industrial per lo sviluppo di celle a combustibile, assi elettrici, inverter, sospensioni indipendenti, stoccaggio d'idrogeno, aggiornamento software over-the-air e infotainment".
La collaborazione riguarderà lo sviluppo di camion elettrici con batteria e con celle a combustibile, ma anche l'uso della rete commerciale e d'assistenza d'Iveco in Europa per vendere il Nikola Tre nel Vecchio Continente. Iveco contribuirà sul piano tecnico condividendo alcune tecnologie applicate sul nuovo modello stradale S-Way. "È finalmente giunto il momento di fornire un autocarro pesante a emissioni zero", ha dichiarato Trevor Milton, amministratore delegato di Nikola. "Mentre altri costruttori affermano che questa soluzione non potrà essere portata sul mercato in tempi brevi, Nikola, Iveco e Fpt Industrial stanno dimostrando che ciò potrà avvenire in tempi ragionevoli". Parlando della collaborazione, Trevor ha affermato che "Nikola ha la tecnologia, ma ha bisogno di un partner con una rete europea per raggiungere l'obiettivo in modo rapido. Con gli investimenti e la collaborazione di Cnh Industrial, possiamo portare i camion a zero emissioni in Europa. Ora abbiamo le competenza per la produzione e pochi potranno ancora dubitare della nostra capacità di commercializzare un veicolo in tempi brevi".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1144

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed