TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ministero Sviluppo firma Decreto Biometano

E-mail Stampa PDF

Dopo il via libera della Commissione Europea, il ministro per lo Sviluppo Economico ha firmato il provvedimento che stanzia 4,7 miliardi di euro per sostenere la produzione di biocarburanti di seconda generazione.


Solaris tabacco biocarburanteIl 1° marzo 2018, la Commissione Europea ha approvato i provvedimenti presi dal Governo italiano per sostenere la produzione di carburanti alternativi nel trasporto e il giorno successivo il ministro per lo Sviluppo Economico ha firmato il Decreto che stanzia 4,7 miliardi per favorire la costruzione di nuovi impianti per produrre biometano e biocarburanti ottenuti dai rifiuti, residui agricoli e alghe. Per essere finanziati, tali impianti dovranno entrare in esercizio entro il 31 dicembre 2022. I fondi pubblici serviranno per compensare i produttori dei maggiori costi di produzione rispetto ai carburanti fossili usati nel trasporto. Il Decreto impone un limite massimo della produzione a 1,1 miliardi di metri cubi l'anno e prevede che l'incentivo sarà valutato ogni anno in funzione dei costi di produzione, per evitare eccessive compensazioni.
L'incentivo ha una durata di vent'anni e sarà erogato come "certificato d'immissione al consumo di carburanti". Questo contributo è stato approvato dalla Commissione Europea perché contribuirà al raggiungimento degli obiettivi comunitari in materia di energia e cambiamenti climatici, limitando le distorsioni alla concorrenza, ha spiegato Margrethe Vestager, Commissaria responsabile per la concorrenza.
I biocarburanti e il biometano avanzati sono i biocarburanti più sostenibili e rispettosi dell'ambiente, e sono ottenuti da materie prime la cui produzione non necessita di terreni agricoli, come rifiuti, residui agricoli e alghe. Essi comportano pertanto un rischio significativamente più basso di emissioni indirette di CO2 causate dall'uso di ulteriori terreni per colture destinate alla produzione di biocarburanti anziché alimenti e mangimi. Hanno però costi di produzione più alti rispetto ai carburanti fossili, quindi l'Unione ritiene legittimi contributi pubblici per favorirne l'uso.
DECRETO MINISTERIALE BIOMETANO

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1731

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed