TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tesla svela il prezzo del camion elettrico

E-mail Stampa PDF

Pochi giorni dopo la presentazione ufficiale, l'azienda statunitense rivela il prezzo con cui intende vendere il suo trattore stradale elettrico. Che è meno elevato di quanto previsto. Ma emergono dubbi sulla reale autonomia.


Tesla Semi blu strada renderingQuando Edon Musk, il fondatore di Tesla, ha svelato il suo prototipo di camion elettrico il 16 novembre 2017, ha affermato che intende iniziare la vendita nel 2019, ma senza precisarne il prezzo. Ora, il sito web dell'azienda californiana dedicato questo modello indica anche questo dato: il Semi Tesla costerà da 150mila a 200mila dollari, secondo la variante (Base o Founders) che dipende dalla dimensione del pacco batterie e, quindi, dalla sua autonomia (450 o 800 chilometri con massa complessiva di 36 tonnellate). Con la possibilità di ordinarlo già ora online versando 20mila dollari. Un prezzo che non pare così elevato rispetto al un tradizionale camion diesel, considerando anche i minori costi d'esercizio che l'elettrico offre.
Però, l'agenzia Bloomberg pone dei dubbi sui numeri forniti da Tesla proprio riguardo all'autonomia. In un articolo del 24 novembre 2017 su Bloomberg Technology, gli autori affermano che l'attuale tecnologia non consente chilometraggi così lunghi insieme con tempi di ricarica di soli 30 minuti. Forse, aggiungono, gli autori, Tesla sta facendo una scommessa sull'evoluzione dei sistemi di carica nei due anni che ci separano dall'avvio della commercializzazione (se avverrà realmente nel 2019).
L'articolo stima che il camion abbia bisogno di batterie con capacità da 600 a 1000 kWh, che attualmente pesano oltre 4500 chili e costano circa 100mila dollari. Inoltre, se Musk vuole rispettare l'impegno di caricare le batterie in trenta minuti, deve usare un caricatore con voltaggio di 1200 kW, ossia dieci volte quelli usati ora da tesla per le sue vetture.
Bloomberg fa anche qualche conto economico, considerando che il Semi Tesla costa 180mila dollari e un comune trattore diesel circa 100mila dollari. Tenendo conto che l'azienda fa i suoi conti fissando un prezzo di sette centesimi per kWh, a fronte di un prezzo di acquisto stimato da alcuni esperti di 40 centesimi per kWh (per non parlare del costo d'installazione dei Megacharger necessari per rifornire i camion), ciò significa che per garantire il risparmio economico annuciato, rischia un disastro finanziario.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 2730

Camionsfera TV

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed