TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Rixi condannato si dimette da viceministro Trasporti

E-mail Stampa PDF

Il 30 maggio 2019 il Tribunale di di Genova ha condannato in primo grado il vice-ministro leghista dei Trasporti a tre anni e cinque mesi per peculato e falso. Dopo la sentenza, si è dimesso. Ora due posti della Lega sono vacanti al ministero. Possibile un rimpasto?


Giudice Martelletto Fotolia 71240213 XSLa condanna di questa mattina non mette in pericolo il Governo, perché il vice-ministro ai Trasporti Rixi poco dopo la sentenza ha presentato le dimissioni "per non creare problemi al Governo". Immediatamente, il capo della Lega lo ha nominato responsabile nazionale Trasporti e Infrastrutture del partito. In questo modo viene disinnescata una temuta crisi che sarebbe stata causata dalla richieste, ampiamente annunciate in caso di condanna, di dimissioni provenienti dal Movimento Cinque Stelle. Però si complica la situazione al ministero dei Trasporti, dove l'8 maggio scorso è stata revocata la carica si sottosegretario – da parte del Presidente del Consiglio – ad Armando Siri, anche lui in quota Lega. Ora restano il ministro Danilo Toninelli e il sottosegretario Michele Dell'Orco, entrambi pentastellati.
Sicuramente la Lega non lascerà scoperto un ministero così importante, non solo per le risorse finanziarie che muove, ma anche per le competenze, che spaziano dalla costruzione delle infrastrutture ai rapporti col mondo del trasporto, dai porti al controllo della Guardia Costiera. È quindi possibile che in breve tempo siano nominati due sostituti ma anche, come ipotizza qualche analista, che la Lega chieda un rimpasto dell'intero ministero, pretendendo la testa di Toninelli, con cui i leghisti non hanno un buon rapporto e con cui Rixi e Siri hanno discusso su diversi argomenti.
Edoardo Rixi è stato condannato in primo grado nell'ambito dell'inchiesta soprannominata "spese pazze", che lo coinvolge quando lui era consigliere regionale della Liguria. La sentenza ha condannato complessivamente diciannove persone. Secondo l'accusa, alcuni consiglieri si sono fatti rimborsare con soldi pubblici spese personali, giustificandole per istituzionali, dal 2010 al 2012. Rixi ha subito una condanna a tre anni e cinque mesi per peculato e falso, con l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e la confisca di 56.807 euro. I suoi legali hanno annunciato che presenteranno appello.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 542

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed