TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Deutsche Bahn torna in Cina

E-mail Stampa PDF

La notte del 4 aprile 2011 un treno container partito 16 giorni prima dallo scalo cinese di Chongqing ha raggiunto la stazione tedesca di Duisburg. Così, DB Schenker torna a sperimentare la rotta ferroviaria tra Asia ed Europa, dopo l'interruzione dei primi servizi causata dalla crisi macroeconomica.

Ma c'è una differenza rispetto alle sperimentazioni precedenti: invece della rotta settentrionale, attraverso la Transiberiana, in questo caso la compagnia tedesca ha utilizzato quella meridionale, che transita attraverso la Mongolia meridionale, il Kazakhstan, la Russia, la Bielorussia e la Polonia, da cui entra in Germania. Sono complessivamente 10.300 chilometri, percorsi in 16 giorni, ossia la metà della traversata marittima. L'alternativa transiberiana è duemila chilometri più lunga, ma richiede meno attraversamenti di frontiere, quindi meno formalità doganali. Se ci sarà una domanda sufficiente, Deutsche Bahn potrebbe avviare un servizio regolare tra Asia ed Europa entro la fine di quest'anno. Ma la compagnia tedesca non ha ancora dichiarato i costi di tale servizio, che secondo gli analisti potrebbe porsi tra quelli del marittimo (più economici) e quelli dell'aereo (più costosi). Bisogna però vedere se la tendenza alla diminuzione dei noli marittimi, in atto dall'inizio di quest'anno, influenzerà negativamente l'avvio del ponte ferroviario per container dalla Cina alla Germania.

© TrasportoEuropa -  Riproduzione riservata
 
Letture:: 2829

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca