TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L’arrivo del treno al terminal anticipato sul web

E-mail Stampa PDF

Con il progetto Train Monitor della tedesca Kombiverkehr, il cliente può conoscere il "tempo stimato di ritiro" del proprio carico intermodale, predisporre il trasporto in modo ottimale e ridurre così i costi. Sarà impiegato in scali in Europa tra cui Verona.


Kombiverkehr terminal Amburgo semirimorchio operaioÈ entrata nel vivo la sperimentazione del progetto pilota Train Monitor avviata a luglio 2019 dalla società intermodale tedesca Kombiverkehr. La soluzione messa a punto dal gruppo che ha sede a Francoforte permette di monitorare in tempo reale i treni del trasporto combinato. All'apparenza non si tratta di una novità in assoluto perché la localizzazione dei carichi è ormai una realtà avviata da tempo. La peculiarità di questa applicazione basata sul web è la possibilità di conoscere il "tempo stimato di ritiro" (ETP). Si tratta di un'informazione utile per i clienti i quali possono conoscere quando le loro unità di trasporto dovrebbero essere disponibili per il ritiro nel terminal prestabilito e quindi predisporre il trasporto senza perdite di tempo con evidenti vantaggi di riduzione dei costi. Train Monitor può tenere sotto controllo tutti i treni gestiti da Kombiverkehr, visualizzare la posizione geografica, eventuali deviazioni di percorso o variazioni degli orari di transito.
Il progetto pilota coinvolge sette terminal di cui cinque in Germania e precisamente Colonia, Monaco, Amburgo, Duisburg e Ludwigshafen e gli altri in Italia, entrambi a Verona (Quadrante Europa e Interterminal). I rapporti sul movimento dei treni, compresi gli scostamenti degli orari e soprattutto il tempo stimato di ritiro sono visualizzati nel sito di Kombiverkehr per ciascun terminal intermodale su schermate informative simili a quelle degli annunci in aeroporti e stazioni ferroviarie principali. Alla base di questo progetto ovviamente c'è una stretta collaborazione con i diversi gestori dell'infrastruttura ferroviaria che si allarga a buona parte dell'Europa continentale in quanto comprende oltre alla Germania anche Svezia, Danimarca, Paesi Bassi, Belgio, Francia, Spagna, Svizzera, Italia, Austria, Slovenia, Repubblica Ceca e Polonia. Il progetto pilota prevede una fase di sviluppo successiva, in quanto l'applicazione Train Monitor sarà inserita e sincronizzata con CAT, il sistema di elaborazione dati sui trasporti sviluppato da Kombiverkehr in modo che le informazioni siano personalizzate e visualizzino in dettaglio tutti i treni di interesse per il cliente.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 463

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed