TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Conftrasporto chiede nuovo marebonus

E-mail Stampa PDF

La confederazione del trasporto e della logistica ribadisce la richiesta di contributi per il rinnovo dei veicoli industriali e per una nuova forma di contributi destinati al trasporto combinato strada-mare.


Moby traghetto Cargo  Super Fast Baleares banchinaDopo che l'associazione Alis ha comunicato che in un anno il trasporto combinato strada-mare ha tolto dalla strada circa un milione e mezzo di veicoli industriali, il vice-presidente di Conftrasporto, Paolo Uggè, ha commentato che è un buon risultato, ma non è sufficiente. "Ciò corrisponde a quattromila camion al giorno in meno sulle nostre strade, cifra che rappresenta una goccia nel mare rispetto ai milioni di veicoli industriali che ogni giorno percorrono le nostre strade, mezzo milione dei quali solo sulle autostrade". Uggè cita alcuni dati rilevati dalla sua confederazione: "Per effetto dei nuovi standard europei le emissioni dei veicoli pesanti in Italia, nel passaggio dal 1990 al 2016, si sono dimezzate per gli ossidi di azoto e addirittura ridotte del 70% per le polveri sottili. Nel 2016, d'altra parte, le emissioni di quest'ultime riconducibili ai trasporti ammontavano a poco più del 20% (e all'interno di questi il trasporto di merci su strada soltanto al 7,1%), mentre il riscaldamento, gli allevamenti e l'industria raggiungevano complessivamente circa il 65% del totale".
Per ridurre le emissioni di CO2, Conftrasporto chiede due misure: "accelerare il rinnovo del parco circolante, il più vecchio d'Europa, attraverso specifici incentivi che tengano conto della neutralità tecnologica dei mezzi pesanti (nuovi mezzi euro VI, LNG, elettrici) e continuare a sostenere il mare-bonus, incentivo per il trasferimento modale da strada a nave, che per essere realmente efficace deve prevedere il coinvolgimento diretto delle imprese di autotrasporto. E qui il nuovo Parlamento europeo dovrà battere un colpo, per superare i vincoli europei alla erogazione degli incentivi".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1032

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed