TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Alleanza tra DFDS ed Ekol sulla rotta per Trieste

E-mail Stampa PDF

La compagnia marittima danese e la società logistica turca hanno annunciato il 27 dicembre 2018 l'estensione della loro collaborazione anche al trasporto marittimo di semirimorchi tra Turchia e Italia.


DFDS traghetti cantiereDFDS ha firmato un contratto per usare un terminal ro-ro del porto turco di Yalova, a sud-est d'Istanbul, per potenziare il collegamento con Trieste, nell'ambito di una collaborazione con la società logistica turca Ekol. A tale fine, oltre all'uso della banchina di Yalova, la compagnia danese immetterà nuove navi ro-ro sulla rotta per l'Italia, tra cui due nuovi traghetti che sono in fase di costruzione in cantieri cinesi e che saranno consegnati nel 2019. In una nota, la società afferma che queste navi "saranno le più grandi di sempre della flotta di DFDS e potranno trasportare fino a 450 rimorchi ciascuna". Peder Gellert, vice-presidente esecutivo e responsabile della Divisione Spedizioni di DFDS, commenta: "Sono davvero felice di poter estendere il nostro servizio ai trasportatori e ai fornitori di servizi logistici che operano tra la Turchia e l'UE. Crediamo fermamente nel potenziale di questo traffico che collega alcune delle regioni industriali più grandi e più dinamiche del mondo e continueremo a investire per offrire una catena logistica ancora più solida e affidabile che sostenga la crescita e l'occupazione di entrambi i Paesi, anche in futuro".
Nel giugno del 2018, DFDS ha acquisito una partecipazione nella compagnia di navigazione turca UN Ro-Ro, che da anni gestisce collegamenti tra la Turchia e il porto di Trieste. Dal quel momento, precisa Selcuk Boztepe, vice-presidente senior e responsabile della Business UnitUnit DFDS Mediterraneo, "abbiamo già investito nell'allungamento di alcune navi per fornire maggiore capacità di carico ai nostri clienti e in sistemi ambientali per adattare la flotta alla nuova legislazione 2020. DFDS ha anche aperto un nuovo centro di sviluppo IT a Istanbul aumentando il personale della società in Turchia. Grazie a questo nuovo accordo e all'aumento della capacità della flotta e della presenza nei porti, DFDS continuerà a sostenere le esportazioni tra Italia e Turchia e l'industria dei trasporti".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 3224

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed