TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Porto Rotterdam investe in trasporto intermodale

E-mail Stampa PDF

Lo scalo olandese costruirà un tronco ferroviario tra la parte occidentale e l'interno e realizzerà la nuova strada Container Exchange Route. Inoltre amplierà l'accesso dragando il canale Nieuwe Waterweg.

Rotterdam ECT terminal gru altoNel 2017, il porto di Rotterdam ha movimentato 467 milioni di tonnellate - con un aumento dell'1,3%, e 13,7 milioni di teu - con un crescita a doppia cifra rispetto all'anno precedente (+10,9%). Sono ottimi risultati, che pongono saldamente lo scalo olandese al vertice di quelli europei ma che nello stesso tempo aggravano i problemi d'intasamento tra le banchine e l'entroterra. Per affrontarlo, quest'anno le Autorità olandesi hanno approvato diversi importanti progetti per aumentare la capacità d'inoltro sulla rotaia e sulla strada.

Il 22 marzo 2018, l'Autorità Portuale di Rotterdam ha assegnato al Consorzio SaVe (formato dalle imprese Besix, Mobilis, Dura Vermeer, Hollandia e Iemants) la costruzione di un viadotto ferroviario lungo quattro chilometri all'interno della tratta Theemsweg, una nuova linea che richiede un investimento di 300 milioni, di cui 62 finanziati dall'Unione Europea. Al termine dei lavori, la linea sarà gestita da ProRail.
L'Autorità Portuale ha progettato la nuova ferrovia per risolvere il collo di bottiglia di Calandbrug, che rallenta il traffico tra le banchine e la linea ferroviaria merci Betuweroute, diretta in Germania. L'attuale ponte, infatti, deve sollevarsi per consentire il transito delle navi dirette a Brittanniëhaven, mentre il nuovo viadotto sarà fisso, liberando quindi il traffico ferroviario da e per Europoort e Maasvlakte.
Per quanto riguarda la strada, l'Autorità Portuale ha iniziato la costruzione della Container Exchange Route, un'arteria dedicata al traffico container che collegherà tra loro i terminal deepsea, i depositi dei contenitori vuoti, i terminal ferroviari e le piattaforme distributive di Maasvlakte, con l'obiettivo di ridurre i costi di trasferimento interno e migliorare i collegamento con l'entroterra europeo. La Route Exchange Container comporta un investimento di 175 milioni e prevede la costruzione di 11,5 chilometri di strada, tre svincoli, un passaggio a livello e tre viadotti ferroviari. I lavori termineranno entro la fine del 2020.
"Con il CER, l'Autorità Portuale sta introducendo un sistema completamente nuovo, avanzato e unico", dichiara Ronald Paul, Chief Operating Officer dell'Autorità. "Il CER migliorerà i collegamenti tra i terminal container di Maasvlakte e ridurrà la congestione, il che si tradurrà in riduzioni dei costi e ulteriori miglioramenti della posizione competitiva del Porto di Rotterdam come hub di container ".
Sul versante della navigazione, Il ministero dei Trasporti e l'Autorità Portuale hanno approvato il dragaggio del canale Nieuwe Waterweg per consentire alle imbarcazioni con pescaggio fino a quindici metri di raggiungere lo scalo di Botlek, dove sono presenti industrie petrolchimiche. Questo canale venne costruitò nel 1872 e in oltre 150 anni ha contribuito allo sviluppo del porto, perché è considerata la porta di accesso al Mare del Nord. Lo scavo avverrà su una lunghezza di 25 chilometri, da Hoek van Holland al tunnel del Benelux e i lavori dureranno sei mesi. Al termine, il canale sarà navigabile anche dalle navi New Panamax e Aframax.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1206

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed