TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Rail Hub Europe rileva Rivalta Terminal Europa

E-mail Stampa PDF

Il 15 dicembre 2017 i sindacati e le società coinvolte hanno firmato l'accordo relativo al passaggio dei dipendenti a causa dell'affitto del ramo d'azienda di Rivalta Terminal Europa a Rail Hub Europe.


Rivalta terminal Europa ingressoDal primo gennaio 2018, Rail Hub Europe svolgerà attività terminalista retroportuale tramite l'affitto per sei anni di Rivalta Terminal Europa per il quale il 15 dicembre 2017 è stato firmato l'accordo sindacale per il passaggio di tutto il suo personale, formato da sette operai, otto impiegati e un dirigente. Rivalta Terminal Europa è nata nel 2006 e gestisce il terminal intermodale di Rivalta Scrivia, che si estende su una superficie di 250mila metri quadrati e ha una capacità di movimentazione di 500mila container. La struttura svolge anche attività di manutenzione per i container e ospita un Ufficio Doganale. I due principali soci sono l'Interporto Rivalta Scrivia (controllata da Katoen Natie) e il Gruppo Gavio, entrambi con il 47,87%. Rail Hub Europe è una Spa nata a novembre 2017 e che ha sede a Tortona, nello stesso indirizzo di Rivalta Terminal Europa e che fino al conferimento dei dipendenti di Rivalta Terminal Europa non aveva addetti.
La società fa parte della galassia del Gruppo Gavio e questo affitto di ramo d'azienda è contemporaneo a un'altra operazione attuata da Gavio nel trasporto di container, ossia la cessione di una parte di Autosped G a Truck Rail Container, operazione che avviene all'interno del Gruppo alessandrino e che comporta il trasferimento, sempre dal 1° gennaio 2018, di 157 autisti, 31 impiegati e un dirigente. In questo caso, resteranno in Autosped G gli addetti di Castelnuovo Scrivia, di Bergamo Gas Crio, Carbonara Scrivia Merci Varie, Carbonara Scrivia Liquidi e Sfarinati e Gestione Pirelli, mentre passeranno a Truck Rail Container tutti gli addetti delle filiali autotrasporto container di Rivalta, Genova, La Spezia, Padova e Livorno.
Che entrambe le operazioni facciano parte di un'unica strategia di Gavio lo dimostra il fatto che agli incontri con i sindacati il Gruppo sia stato rappresentato dalle stesse persone. Ora bisogna vedere che cosa comporterà dal punto vi sta operativo e commerciale questa ricomposizione degli asset connessi al trasporto intermodale di container avvenuta nel Gruppo Gavio, spostandoli in due società di recente costituzione.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 2270

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed