TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Nuovi binari per l’autostrada viaggiante del Brennero

E-mail Stampa PDF

Il 14 dicembre 2017 Rete Ferroviaria Italiana ha firmato un protocollo d'intesa con Interbrennero per potenziare il terminal ferroviario Trento Roncafort.

Brennero stazione cartello treno bnIl testo dell'accordo prevede la costruzione di due nuovi binari lunghi complessivamente 750 metri destinati all'autostrada viaggiante lungo l'asse del Brennero (RoLa/Rollende Landstrasse). I nuovi binari consentiranno di togliere l'alimentazione alla trazione elettrica durante le operazioni di carico e scarico dei veicoli industriali sui carri. Il terminal avrà anche un binario di circolazione per la manovra dei locomotori e della carrozza passeggeri dedicata al trasporto degli autisti. Questi interventi hanno lo scopo d'incentivare il trasporto combinato strada-rotaia, in vista anche dell'apertura della galleria del base del Brennero.
La firma è avvenuta nel convegno "Il corridoio del Brennero per connettere l'Italia", che si è svolto oggi a Trento. Il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio ha affermato che "con la realizzazione del corridoio intermodale del Brennero stiamo costruendo il futuro. Ci sono 19,1 miliardi, di cui 14 già disponibili, di investimenti per ferrovie, strade e porti nell'area nazionale di interesse. Dalla galleria di base alle interconnessioni agli interventi sui porti dell'Adriatico Brennero. Grandi opere e piccole opere per connettere l'Italia e far emergere il ruolo centrale per gli scambi da e per l'Europa". Il ministro ha ricordato che l'impegno per i tre tunnel del Brennero, del Fréjus e del Terzo Valico ammonta a circa 20 miliardi.
I dati esposti dal ministero mostrano che il corridoio del Brennero è oggi il più trafficato in ambito transalpino, con quasi 47 milioni di tonnellate di merce in transito sulle 160 tonnellate che attraversano l'arco transalpino. Lungo il Brennero viaggiano 2,2 milioni di veicoli industriali all'anno. La galleria di base del Brennero diventerà operativa nel 2027 e costerà all'Italia 4,4 miliardi di euro, che diventano 5,92 miliardi di euro considerando anche altri interventi lungo la direttrice ferroviaria.
Usando la galleria, rispetto a oggi i treni merci ridurranne le percorrenze di un'ora. Inoltre, potranno viaggiare sull'asse del Brennero convogli trainati da un solo locomotore lunghi fino a 750 metri e pesanti 1600 tonnellate, mentre oggi due locomotori possono trainare al massimo convogli lunghi 450 metri e pesanti 1200 tonnellate.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1521

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed