TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Aeroporto Gatwick chiuso ore per invasione droni

E-mail Stampa PDF

Il secondo aeroporto britannico ha interrotto tutti i voli nella notte tra il 19 e il 20 dicembre 2018 perché alcuni velivoli a guida autonoma hanno volato nel suo spazio aereo. La Era chiede regole più stringenti.


Gatwich aereo British terminalIntorno alle 21.00 di mercoledì 19 dicembre gli operatori dell'aeroporto londinese di Gatwick hanno individuato due droni che volavano nello spazio di sicurezza aeroportuale e hanno immediatamente chiuso lo scalo, il secondo per traffico della Gran Bretagna, fino alle tre del mattino. Ma dopo circa tre quarti d'ora hanno richiuso le piste a causa dell'avvistamento di altri droni e almeno fino alle 15.00 di oggi tutti i voli in arrivo e partenza sono stati sospesi. La Polizia ritiene che l'invasione dei droni sia un atto deliberato, anche se finora non parla di terrorismo. Un ufficiale ha dichiarato all'agenzia di stampa Press Association che "ogni volta che i nostri agenti si avvicinano al punto dove dovrebbe trovarsi l'operatore dei droni, questi scompaiono, ma quando stiamo per riaprire l'aeroporto, riappaiono". Secondo un portavoce dell'aeroporto, la mattina del 20 dicembre erano programmati 760 voli che dovevano portare 110mila passeggeri. Gli aerei sono stati deviati negli aeroporti di Manchester, Luton o Heathrow, ma anche a Parigi e Amsterdam.
La presenza di droni, anche di piccola dimensione, nello spazio dove decollano o atterrano gli aerei rappresenta un elevato rischio, perché i velivoli possono entrare nei motori, bloccandoli, oppure schiantarsi contro i vetri della cabina di pilotaggio, causando anche la morte dei piloti. Per non parlare della possibilità che siano usati per veri e propri attentati, caricandoli di esplosivo. Dopo l'allarme di oggi, l'associazione europea European Regions Airline Association (ERA) ha chiesto "regole più stringenti e armonizzate" nell'intera Unione Europea per impedire che velivoli a guida autonoma non autorizzati entrino nello spazio aereo degli aeroporti. L'associazione chiede nuove norme sul possesso e sull'uso dei droni, soprattutto da parte di operatori inesperti, e l'ampliamento del divieto di volo intorno agli aeroporti.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 3138

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed