TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Cargo aereo vola alto anche a ottobre 2017

E-mail Stampa PDF

Le rilevazioni della Iata sull'andamento del trasporto aereo delle merci mostrano un aumento medio globale del 5,9% rispetto allo stesso mese del 2016. Previsioni di crescita anche per i prossimi mesi.


Boeing 777X decolloL'aumento dei noli per il trasporto aereo delle merci mostrano chiaramente che quest'attività è in costante crescita e a ottobre 2017 il traffico globale, in termini di tonnellate per chilometri, è aumentato del 5,9% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Un valore superiore all'aumento medio della capacità di carico (+3,7%). Ottobre è il quindicesimo mese consecutivo in cui la crescita della domanda di trasporto supera in percentuale quella della capacità di trasporto, favorendo così l'innalzamento dei noli.
"Mentre la domanda di merci rimane forte, diversi indicatori mostrano che potremmo aver superato il picco di crescita", commenta la Iata, che comunque prevede valori positivi anche per il 2018, seppure in misura minore rispetto a quest'anno. "Il rapporto inventario-vendite negli Stati Uniti è in continuo movimento, a indicare che è finito il periodo in cui le aziende cercano di ricostituire rapidamente gli inventari, che spesso fornisce un impulso al trasporto aereo. La componente dei nuovi ordini di esportazione dell'indice globale dei responsabili degli acquisti è stabile. E la tendenza al rialzo dei volumi di trasporto destagionalizzati è stata moderata".
Scorporando i dati a livello regionale, l'associazione delle compagnie aeree rivela che i vettori dell'Asia Pacifico hanno aumentato i volumi del 4,4% (con un aumento della stiva del 3,9%): "La domanda di merci è ora di circa il 3% superiore al picco raggiunto nel 2010 dal rimbalzo della crisi post-finanziaria. I produttori della regione continuano a godere di buoni ordini e i maggiori esportatori in Cina e Giappone stanno segnalando arretrati sostenuti in parte da una maggiore attività economica in Europa".
Le compagnie del Nord America registrano un aumento dei volumi del 6,5%, minore del 7,4% di settembre ma comunque superiore al ritmo medio di crescita quinquennale, mentre la capacità è aumentata del 3,8%: "Negli ultimi anni, la forza dell'economia statunitense e del dollaro hanno aumentato il mercato del trasporto merci in entrata. I dati del Census Bureau degli Stati Uniti mostrano un aumento dell'11,6% annuo delle importazioni aeree negli Stati Uniti nei primi nove mesi del 2017, a fronte di un più lento aumento degli ordini di esportazione del 6,5%".
In Europa, le compagnie rilevano un aumento dei volumi del 6,4%, nettamente inferiore al 10,6% di settembre, ma di poco superiore alla media quinquennale del 9,0%. La capacità di carico è aumentata di solo il 2,5%: "Le preoccupazioni sull'impatto negativo sulle esportazioni causato dal recente rafforzamento dell'euro non si sono ancora concretizzate, anzi gli ordini dei produttori europei stanno crescendo al ritmo più rapido degli ultimi sette anni. La domanda di trasporto aereo resta elevata sulle rotte transatlantiche ed è forte anche sulle rotte da e per l'Asia, avendo ricevuto una spinta dalle misure di stimolo economico della Cina".
Il Medio Oriente vede una crescita dei volumi del 4,6% e della capacità del 3,4%, ma nel trasporto internazionale il tasso di crescita è stato del 4,2%, contro il 9,2% di settembre 2017: "La recente volatilità dei volumi di merci internazionali è dovuta all'andamento della domanda nel 2016 piuttosto che a un netto cambiamento nell'attuale tendenza al traffico. In effetti, i volumi internazionali di merci destagionalizzati hanno continuato a salire verso l'alto all'8-10% negli ultimi sei mesi".
Crescono anche i vettori dell'America Latina, che a ottobre registrano un aumento della domanda del 7,2% e della capacità del 4,4%, con un incremento dei volumi internazionali del 7,7%: "Questo valore è pari quasi a nove volte quello del quinquennio, dello 0,9%. L'aumento della domanda di trasporto aereo riflette segnali di ripresa nella più grande economia della regione, il Brasile. I volumi di trasporto merci internazionale destagionalizzato sono tornati ai livelli osservati alla fine del 2014".
L'Africa mostra un aumento dei volumi addirittura del 30,3%, a fronte di un aumento di stiva del 9,2%: "Siamo in presenza di un tasso di crescita triplo di quello medio del quinquennio. La domanda è stata sostenuta da forte aumento sulla rotta commerciale da e per l'Asia, che è salita di oltre il 67% nei primi nove mesi dell'anno".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1034

Camionsfera TV

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed